mercoledì 4 agosto 2021

CACCIA AGLI INSOSPETTABILI "TOPI D'APPARTAMENTO" RIPRESI DALLE TELECAMERE

I tre giovani "specialisti"


Telecamere e sistemi di videosorveglianza fanno parte ormai della vita di tutti i giorni eppure sembra che per certi soggetti, abituati a delinquere, la presenza di queste tecnologie non preoccupi più di tanto.

Tanto si desume dall’atteggiamento dei tre giovani: un ragazzo e due ragazze, che domenica 25 luglio si sono introdotti in un condominio di Sottomarina per poi scassinare la porta di un appartamento ad uso estivo e ad impadronirsi di circa 200 euro in contanti.

Tutto il blitz è stato registrato puntualmente dal sistema di videosorveglianza interno che mostra questi giovani dall’aspetto insospettabile che entrano una prima volta dopo essersi fatti aprire da un’inquilina per poi uscire addirittura con il portafoglio in mano e poi addirittura ritornare, forse per il timore di aver dimenticato qualche cosa.

L’appartamento svaligiato è stato scelto in quanto era l’unico nel condominio a non avere la porta blindata quindi l’ipotesi è che il trio siano i classici topi di appartamento addestrati e usi a questa  tipologia di reato.

Le presunte ladre che oggi giravano per il centro storico di Chioggia


La denuncia del furto è stata regolarmente formalizzata ai carabinieri di Sottomarina più per senso civico che per l’aspettativa di recuperare il maltolto.

E’ molto importante porre sempre la massima attenzione per chi gira per le abitazioni a prescindere dall’abbigliamento in quanto se una volta i cosiddetti “zingari” erano identificabili per il loro particolare abbigliamento ormai non è più così.

Anche oggi giravano per il centro storico di Chioggia tre persone, due donne e un uomo, una delle quali assomiglia ad una nota ladra più volte comparsa sulla cronaca di provincia.

Si invitano i followers di Chioggia Azzurra a visionare il video del furto e nel caso qualcuno possa avere informazioni utili al riconoscimento dei ladri di mettersi in contatto con i carabinieri di Sottomarina. 






 

NUOVO SERVIZIO BUS NAVETTA GRATUITO DAL PARK DI BORGO ALL'ISOLA DELL'UNIONE

Un servizio sperimentale quello attivo da pochi giorni pensato per incentivare l’uso dei mezzi pubblici e diminuire il numero dei veicoli verso il centro storico.

È stato messo in campo dalla società partecipata SST, con la partecipazione del Comune di Chioggia ed effettuato da Arriva Veneto e si tratta di un servizio gratuito di bus navetta per collegare il parcheggio scambiatore di Borgo San Giovanni, il Lusenzo, al park Isola dell’Unione ancora in costruzione, con una fermata intermedia in corso del Popolo, presso l'attuale fermata degli autobus circolari .

Anche in vista della ZTL che nei prossimi mesi verrà istituita nel centro storico di Chioggia, il focus principale, a tema viabilità, è avere meno vetture possibile in circolazione e quindi alla ricerca di un parcheggio.

Ma perché la popolazione possa muoversi per arrivare al centro come è abituata da sempre e in modo tale che le attività economiche e i servizi del centro storico non siano penalizzati dalle future limitazioni, serve un servizio pubblico di trasporto efficiente. 

Come afferma l’assessore alle Partecipate Daniele Stecco il servizio, ora in via sperimentale, durerà fino a metà settembre e, se avrà un buon riscontro tra l’utenza potrà essere continuato anche oltre questo termine e potrà essere implementato soprattutto per quanto riguarda la fascia oraria. 

Ora i bus navetta gratuiti viaggiano tra i due parcheggi scambiatori ogni mezz’ora, tutti i giorni dalle 8:20 alle 23 circa, tranne il giovedì mattina in cui funziona solo il tratto che va dal parcheggio Lusenzo a Via Cavour, escludendo il tragitto che arriva da qui all’Isola dell’unione. La capienza massima dei mezzi in questo periodo di emergenza sanitaria è di 24 passeggeri oltre l’autista.


martedì 3 agosto 2021

PRIMI PASSI PER LA ZTL: DA SETTEMBRE 15 EURO PER L'ISCRIZIONE DELLE AUTORIZZAZIONI PERMANENTI

Cominciano a vedersi i primi traguardi per la messa in funzione della ZTL che riguarderà il centro storico di Chioggia.

Le telecamere sono state installate e, seppur non ancora funzionanti, svettano a dimostrare che si sta facendo sul serio, anche se al momento non c’è ancora chiarezza in merito ai parcheggi in cui dovrebbero confluire le vetture che non avranno diritto ad accedere alle zone di traffico limitato. 

Si inizia ora la fase di accreditamento con la creazione di un database dei soggetti che saranno autorizzati all’accesso delle zone a traffico limitato.

Verrà reso quindi operativo un portale telematico a partire dal mese di settembre e in parallelo verrà istituito un punto informazioni che sarà gestito da SST, al quale potrà accedere l’utenza per avere maggiori ragguagli.

Per i primi tre mesi, eventualmente prorogabili, verrà svolta questa fase, a seguire partirà quella di pre-esercizio, durante la quale non saranno comminate sanzioni e che avrà una durata dai tre a i sei mesi. 

Le autorizzazioni permanenti avranno necessità di essere rinnovate annualmente in modo da verificare la legittimità del titolo. Il rilascio dell’autorizzazione verrà a costare 15 € di spese di segreteria per ogni targa, con riscossione diretta da parte di SST. L’autorizzazione ottenuta sarà efficace fino al 31 dicembre del 2022, soggetta a successivo obbligo di rinnovo annuale. 

Le ZZ.T.L. individuate sono:

“1. CENTRO STORICO OVEST” nell’area delimitata a nord dal bacino di Vigo, a est dal Canal Vena e Corso del Popolo, a sud da Calle San Giacomo (tratto ad ovest di Canal Vena) lato nord compreso, canale Perotolo e piazzale Poliuto Penzo, a ovest dal Canal Lombardo; “2. CENTRO STORICO NORD EST” nell’area delimitata a nord dal bacino di Vigo, a est dal

Canale San Domenico, a sud da Calle San Giacomo (tratto ad est di Canal Vena) lato nord

compreso, a ovest dal Canal Vena;

“3. CENTRO STORICO SUD EST, nell’area delimitata a nord da Calle San Giacomo (tratto ad est di Canal Vena) lato sud compreso bacino di Vigo, a est dal Canale San Domenico, a sud e ad ovest dal Canale Vena 

“4. CENTRO STORICO-CORSO” delimitata a nord dal bacino di Vigo, a est dal bacino del Lusenzo, a sud dai canali Vena e Perotolo e piazzale Poliuto Penzo, a ovest dal Canal Lombardo.

Sette sono i varchi su cui sono state installate nei giorni scorsi le telecamere in grado di rilevare gli estremi della targa per identificare i veicoli in possesso delle autorizzazioni e quelli a cui l’accesso non è consentito.

I varchi sono i seguenti: Campo Marconi, Fondamenta Canal Lombardo, Calle Duomo, Corso del Popolo, Fondamenta San Domenico sud, Fondamenta San Domenico nord, Isola dell’Unione.

Per il momento i ciclomotori e i motocicli possono accedere nelle ZZ.T.L., il loro inserimento nei database dei veicoli autorizzati slitterà di 12 mesi a partire dall’effettiva attivazione dei sistemi elettronici.

Per le operazioni di carico e scarico merci verrà garantita la fascia oraria dalle 6 alle 10.

La viabilità non subirà variazioni, afferma l’assessore alla Polizia Locale e al Commercio Genny Cavazzana. L’attivazione del sistema sarà graduale e i sistemi elettronici non saranno attivati prima di gennaio o febbraio 2022.

L'obiettivo che l’amministrazione desidera raggiungere è il miglioramento della vivibilità cittadina in condizioni di maggiore sicurezza