venerdì 20 maggio 2022

STOP ALLE TELEFONATE INDESIDERATE (SARÀ VERO?)

ll Registro Pubblico delle Opposizioni è un servizio che permette di opporsi all’utilizzo dei propri contatti telefonici per scopi pubblicitari da parte degli operatori che svolgono funzioni di marketing tramite il telefono, bloccando il trattamento dei propri dati personali. L’utente può richiedere l’iscrizione, l’aggiornamento dei dati e la revoca al RPO tramite quattro modalità: web, con la compilazione di un modulo elettronico, telefono, facendo una chiamata al numero verde RPO, email, con invio tramite posta elettronica di un apposito modulo e raccomandata. L'operatore di telemarketing che utilizza i dati presenti negli elenchi telefonici pubblici è tenuto a verificare con il RPO le liste dei potenziali contatti, tramite una serie di servizi disponibili sul sito. La violazione del diritto di opposizione degli utenti, ovvero la mancata osservanza del RPO da parte degli operatori di telemarketing, è disciplinata dall’art. 83, par. 5, del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati - Regolamento (UE) 2016/679, che prevede l’applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie fino a 20 milioni di Euro o, per le imprese, fino al 4 % del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente.

DA RE (ASCOM): IN ARRIVO GLI INDENNIZZI PER L'ACQUA GRANDE 2019, MEGLIO TARDI CHE MAI

Stanno arrivando in questi giorni ai soci Ascom che avevamo presentato regolare domanda gli indennizzi per i danni dell’acqua alta dell’autunno 2019.

In tutto 60.000 euro a beneficio di una decina di commercianti.

Questi fondi si aggiungono agli aiuti arrivati già da tempo attraverso la fondazione Orlando, una onlus che fa capo a Ascom Confcommercio, che ha distribuito ai commercianti della costa veneta 490.000 euro.

A Chioggia sono stati indennizzati 28 soci Ascom con contributi fino a un massimo di 10.000 euro. «Siamo felici che finalmente stiano arrivando anche i contributi stanziati dal Governo»,

spiega il presidente di Ascom Confcommercio Chioggia, Alessandro Da Re, «in questi casi ci sta il proverbio “meglio tardi che mai”.

Sappiamo quanto la celerità sia importante quando un commerciante subisce danni ingenti alla propria attività e in questo caso dobbiamo anche ricordarci che l’acqua grande aveva colpito duramente la nostra città a pochi mesi dall’emergenza sanitaria.

Abbiamo attività che sono rimaste chiuse anche 140 giorni, per loro dover anticipare le economie necessarie per ripristinare i loro locali, in assenza di entrate, è stato oltremodo pesante.

Per questo i contributi arrivati, nel giro di 3-4 mesi dalla domanda, da parte della fondazione Orlando sono stati davvero una boccata d’ossigeno.

Fondi arrivati direttamente nell’iban di chi ha presentato l’istanza e in tempi veloci. Adesso saranno liquidate anche le istanze raccolte dall’amministrazione comunale per accedere ai fondi governativi.

Sono stati ammessi a contributo solo una decina di attività, anche se quelle danneggiate erano molte di più, perché alcuni non avevano le rendicontazioni da presentare o avevano forme assicurative».



ERIKA BALDIN - SCRITTE VIOLENTE CONTRO LA COMUNITA' LGBT+, OGNUNO PUO' AMARE CHI VUOLE

«Solo i vigliacchi agiscono con il favore delle tenebre». 

La consigliera regionale Erika Baldin, del MoVimento 5 Stelle, commenta così la notizia della comparsa, davanti a una scuola di Verona, di scritte auguranti la morte alle persone appartenenti alla comunità LGBT+

Un gesto che, secondo la consigliera regionale, va condannato con una risposta unanime da parte delle istituzioni sperando che si possano identificare i colpevoli e che non si cerchi di minimizzare il fatto esecrabile.
Condanna il gesto focalizzando l’attenzione su chi ha amministrato Verona e il Veneto in questi anno aggiungendo «C'è un problema anzitutto culturale e la politica ha grosse responsabilità.

Penso a partiti come Fratelli d'Italia e la Lega, che in questi anni hanno amministrato Verona e il Veneto e troppo spesso hanno dato la sponda a messaggi e contenuti omofobi.

Nella nostra regione invece ciascuno dev'essere libero di essere sé stesso e amare chi vuole».



II COMMISSIONE CONSILIARE - VIA DEL BOSCHETTO TORNERA' A DOPPIO SENSO DI CIRCOLAZIONE

Ieri si è tenuta una II commissione consiliare , presidente Marcellina Segantin, il cui tema è stato la chiusura della pista ciclabile e del restringimento della carreggiata di Via del Boschetto.

La commissione è stata richiesta per mettere in luce le motivazioni dell’ordinanza che impone le limitazioni di traffico dovute alla chiusura della pista ciclabile.

In quella zona dovrà tornare il doppio senso di circolazione e vanno fatte alcune opere che riguardano anche i sottoservizi.

Per poter lavorare in tranquillità senza chiudere del tutto la strada deviando il traffico nelle vie vicine la soluzione più idonea è apparta quella di dividere la strada in due sezioni longitudinali e far scorrere il traffico prima su una e poi sull’altra in modo che le automobili possano continuare a percorrerla senza problemi.

Ma mentre si fanno i lavori inevitabilmente una parte della strada va chiusa e sull’altra le bici potranno circolare condotte a mano sul marciapiede.
Il progetto è stato approvato così come si è visto ieri sulla proiezione, ma la rotonda che si viene a creare sembra, agli occhi degli stessi tecnici, troppo sproporzionata rispetto alla strada e alle necessità di traffico per cui quella parte, considerata anche come verde che va attenzionato in maniera più puntuale potrà essere rivalutata.




giovedì 19 maggio 2022

ERA SCAPPATO DOPO AVER PROVOCATO UN INCIDENTE, 20 ENNE DI SANREMO INCASTRATO DALLE INDAGINI DELLA POLIZIA LOCALE

Nel pomeriggio di sabato 7 maggio, in Via Roma a Sottomarina, in prossimità di un attraversamento pedonale, un’utilitaria Suzuki ha violentemente tamponato una Ford Fiesta condotta da un 38nne chioggiotto, che aveva rallentato per dare la precedenza a dei pedoni. L’autista della Suzuki, invece di fermarsi per fornire le propie generalità ed accertarsi delle condizioni del conducente dell’altra autovettura (al quale i medici del locale Pronto Soccorso hanno poi diagnosticato una prognosi di 7 giorni), si è rapidamente allontanato dalla scena del sinistro dandosi alla fuga. Grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza presenti nella zona, gli operatori della polizia locale di Chioggia intervenuti sull’incidente sono riusciti a rilevare il numero di targa dell’auto, immatricolata in provincia di Imperia e, grazie ad indagini svolte anche con la collaborazione del Comando Polizia Locale di Sanremo, ad identificare chi guidava l’auto al momento del sinistro. Nei giorni scorsi è stato convocato negli uffici della Polizia Locale ligure un ragazzo di 20 anni, residente a Sanremo ma con parenti a Chioggia, dove aveva trascorso il weekend, che di fronte alle contestazioni ed alle inequivocabili prove fotografiche esibite dagli agenti ha dovuto ammettere le proprie responsabilità. Il giovane, che non ha ottemperato all’obbligo di fermarsi e di prestare l'assistenza occorrente alle persone ferite in caso di incidente, dovrà rispondere davanti alla Procura della Repubblica di Venezia dei reati previsti dall’art. 189, commi 6 e 7, Codice della Strada e rischia una condanna da uno a tre anni di reclusione e la sospensione della patente fino a 5 anni.

ELENCO BENEFICIARI BUONI SPESA E SOSTEGNO CANONE DI LOCAZIONE 2022

ELENCO BENEFICIARI BUONI SPESA E SOSTEGNO CANONE DI LOCAZIONE 2022 - CHIOGGIA (CLICCA PER VEDERE L'ELENCO) elenco ammessi
Di seguito un estratto dell'avviso pubblicato sul sito internet istituzionale del Comune "La materiale distribuzione dei buoni da parte delle due associazioni del terzo settore incaricate (Associazione di volontariato Caritas Diocesana Chioggia e Centro di Solidarietà Anna Dupuis) partirà non appena i buoni saranno disponibili (presumibilmente intorno ai primi giorni di giugno)". ELENCO DOMANDE ESCLUSE

CORSO SAT A2 PER PILOTI DI DRONI DI SALVAMENTO

Il corso A2 per la guida di droni di salvamento è partito lo scorso lunedì e si è protratto nella giornata di martedi', oggi si terrà l'esame di abilitazione.

Interessati ad acquisire il brevetto A2 sono stati 7 allievi, di cui 5 del territorio e due appartenenti a una delegazione della regione Puglia.
Domenica si è effettuato un ulteriore corso A1 A3 che ha visto un totale di 8 partecipanti, tutti promossi al primo tentativo. Questo è indice della professionalità del corso tenuto dal presidente nazionale SAT Francesco Garganese.
I piloti effettivi che saranno attivi durante la stagione balneare saranno 7, stipendiati. I volontari saranno operativi solo se chiamati per emergenze o come rappresentanza.
Si pensava di attuare 4 postazioni in totale, 3 delle quali sul litorale di Sottomarina e una a Isola Verde, ma come sembra sia stato anticipato potrebbero diventare solamente 3.
La conferma ci sarà a breve durante un incontro a cui parteciperanno il comandante della capitaneria di porto e il sindaco.
Le postazioni si dovrebbero quindi venire a trovare, per quanto riguarda Sottomarina, una alla diga nord e una alla diga sud, la terza verrà confermata sulla battigia di Isola Verde,







mercoledì 18 maggio 2022

L’AMMINISTRAZIONE ORGANIZZERÀ CORSI PREPARATORI ALL’ACCOGLIENZA DEGLI UCRAINI

L’assessore alle politiche sociali Marangon plaudendo all’iniziativa di privati di mettersi a disposizione delle persone che sarebbero giunte a chioggia nella loro fuga dalle zone di guerra ucraine ha pensato di far partire corsi perchè chi offre ospitalità e sostegno sia consapevole di ciò a cui va incontro anche sotto l'aspetto emotivo. 

 
Parte, infatti, un percorso preparatorio all’accoglienza dal titolo “Ucraina: una buona accoglienza per rispondere all’emergenza” con due incontri online promosso dal Ministero dell'Interno,  che si terrà i giorni 19 e il 26 maggio, a cui seguiranno incontri in presenza per chi voglia accogliere minori promuovendo una rete di solidarietà
 
Inoltre il Comune di Chioggia è partner di un progetto di collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile, con una cordata di enti del terzo settore, che permetterà anche alle famiglie che già ospitano una persona di attivare una serie di supporti a favore delle stesse.

Le persone in fuga dalla guerra in Ucraina possono richiedere il contributo di sostentamento per sé, per i propri figli, per i minori di cui si ha tutela legale,  destinato a chi ha presentato domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea e ha trovato una sistemazione autonoma anche presso parenti, amici o famiglie ospitanti, per ottenerso serve anche essere in posssesso del codice fiscale e di una mail oltre che di un numero di cellulare.





COSA C'È DI NUOVO - NOTIZIE DAL WEB E NON SOLO DI OGGI MERCOLEDI' 18 MAGGIO: LA SAGRA DEL PESCE SI FARÀ

La commissione per prendere decisioni opportune riguardo la Sagra del pesce è stata ricca di dibattito, afferma l’assessore Serena De Perini. I canoni saranno aumentati ma a fronte di una importante innovazione: le nuove casettine, a norma di legge per quanto riguarda il rispetto delle disposizioni igienico sanitarie e antincendio.Quelle vecchie preesistenti non sono state buttate ma sono state rimesse a posto, sistemate e ridipinte in quanto fanno parte della tradizione della Sagra del Pesce e quindi della tradizione della stessa città. Ora sono belle da vedere e faranno la loro figura. L’assessore ringrazia personalmente il presidente del Consorzio di Tutela del Radicchio di Chioggia IGP, Giuseppe Boscolo Palo, per aver messo a disposizione gli spazi del mercato orticolo perchè gli operatori avessero modo di rimontare le casette e lavorarci sopra per riportarle a una nuova vita.
Un investimento questo, da parte dell’amministrazione che da valore a una festa che si svolge a Chioggia da tantissimi anni e che richiama turismo da tutt’italia. Non potevano essere più ritenute idonee per essere adoperate come cucina in quanto al loro interno non si poteva più lavorare con fiamme libere essendo in compensato e quindi non resistenti al fuoco ma sarebbe stato un vero e proprio spreco non tenerle in considerazione per il loro valore intrinseco.. Quelle scelte per quest’anno sono a norma e ignifughe. Inoltre gli stands vedranno un aumento della superficie di 36 metri quadrati. Visto l’aumento delle dimensioni si era ravvisata, ancora in commissione, la possibilità di inserire solo sei stand, anche se c’era margine di discussione, continua l’assessore De perini durante il consiglio e si sono fatti misurazioni e sopralluoghi per riuscire a tutti i costi a inserirne un settimo in quanto, dopo due anni dovuti alla pandemia, c’è nell’amministrazione stessa una volontà di ripartenza senza eguali. Sarà la sagra della Ripartenza, come l’ha definita la stessa de Perini. Per Questioni di spazio e di decoro non sarà possibile posizionare una stand davanti alla chiesa di San Giacomo

martedì 17 maggio 2022

MARINAIO DEL PESCHERECCIO "ISABEL CRISTIAN" SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA\

A 40 miglia nautiche dal porto di Chioggia, a bordo della Isabel Cristian, questa notte, un marittimo quarantacinquenne si è sentito male. Si è reso quindo necessario chiamare la Guardia Costiera per poter procedere con le operazioni necessarie per il suo trasporto in terraferma. L'unità da pesca è stata messa in contatto con il personale medico del CIRM, Centro Internazionale Radio Medico, per dare le prime indicazioni sullo stato di salute dell'uomo. Nel mentre veniva attivata l'uscita di una motovedetta per il trasbordo e il trasporto dell'uomo a terra e di un'ambulanza che lo avrebbe atteso a Vigo. Qui il malcapitato è giunto alle 4,20 ed è stato trasportato all'ospedale di Chioggia

lunedì 16 maggio 2022

LA PRESTIGIOSA WASHINGTON STATE UNIVERSITY GEMELLATA CON LA CHIOGGIOTTA SMARTIES.BIO

La settimana scorsa è giunta nel nostro territorio una delegazione della Washington State University per un gemellaggio promosso dalla Smarties.bio, un’azienda chioggiotta già conosciuta dal grande pubblico anche attraverso le pagine del New York Times. Il progetto dell’Università americana vuole approfondire la conoscenza delle tipicità del nostro territorio già giunte negli Stati Uniti quali il radicchio di Chioggia, i carciofi di Sant'Erasmo, il radicchio trevigiano. Prima di giungere a Chioggia i docenti si sono recati nel territorio lagunare di Grado, nell’Isola di sant’Erasmo di Venezia, nella marca trevigiana con lo scopo di conoscere meglio i territori.
L’intenzione è creare comunità di stakeholders che abbiano a cuore l’origine e la storia di queste tipicità, educando a una coltivazione biologica e creando connessioni del sistema alimentare anche con lo scopo di migliorare gli ortaggi statunitensi. Studiando il radicchio sono quindi giunti a Chioggia per conoscere anche il territorio in cui il prodotto è nato. Una collaborazione, assicurano i ragazzi della Smarties.bio, che continuerà nel tempo.

sabato 14 maggio 2022

UNION CS VS ARZIGNANO - CIRCOLAZIONE AUTOMOBILISTICA VIETATA NEI PRESSI DELLO STADIO


In occasione dell'incontro di calcio tra Union Clodiense Chioggia Sottomarina e Arzignano Valchiampo, domenica 15 maggio, la Questura di Venezia - Commissariato di Chioggia, ha ritenuto la necessario adottare particolari misure per tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica.

L’ordinanza emessa riguarda l’orario dalle 14.30 alle 16 e dalle 17.45 alle 19 e in questo lasso di tempo è istituito il divieto di transito veicolare nel tratto di via Granatieri di Sardegna - via della Stazione - Campo Marconi, da via Turati a via Cavour, eccetto gli autobus di linea, i residenti nell'area interdetta, i velocipedi e i pedoni nelle sedi riservate.


La deviazione sarà per le vie: Turati - Maestri del Lavoro - Naccari - Repubblica e Duomo in un senso e per le vie Cavour - Repubblica - Naccari, Maestri del Lavoro nell'altro.


UN CAUTO OTTIMISMO NEL SETTORE TURISTICO


 La Confederazione Nazionale dell'artigianato e della Piccola e Media Impresa ha svolto un’indagine tra le imprese associate e il risultato è che tutti i comparti, incluso quello turistico, hanno aspettative elevate, come afferma il direttore mandamentale Michele Barison. Ciò, nonostante la situazione bellica attuale.

Si prevede un incremento nel settore della ristorazione e alberghiero.

Un incremento interessante di fatturato si prevede anche nel comparto edilizia, anche se molti temono l’esito dei bonus edilizi per il recupero della liquidità. Un’incognita è quella rappresentata dai costi legati all’energia e alla reperibilità di alcuni componenti.



PRESENTAZIONE DELLE LISTE A SOSTEGNO DI DORI


Oggi, sabato 14 maggio dalle ore 12 a villa Widmann , in via Nazionale 420 a Mira, il sindaco Marco Dori presenterà la coalizione delle cinque liste che sostengono la sua rielezione.

Interverranno i rispettivi segretari o referenti di Articolo Uno, Partito Democratico, lista Dori Sindaco, Riformisti e Azione, che illustreranno ai media e alla cittadinanza la composizione di ogni singola lista.


ARPAV - LE ACQUE VENETE GODONO DI OTTIMA SALUTE


Domenica 15 maggio si apre la stagione balneare 2022 in Veneto; le previsioni meteorologiche prevedono temperature estive per questo fine settimana e le presenze in spiaggia saranno invogliate ad arrivare.

Dai primi controlli effettuati da ARPAV, inoltre, è evidente che le nostre acque godono di un'ottima salute.

La stagione balneare si concluderà il 15 settembre prossimo.

L’Assessore all’Ambiente della Regione del Veneto annuncia quindi l’inizio della

nuova stagione balneare, un periodo in cui ARPAV, braccio operativo regionale, assicurerà i controlli sulla qualità delle acque, per un totale di 149 km di costa controllata adibita alla balneazione.

Ciò che va ricercato nelle acque in modo particolare sono l’ Escherichia coli e gli Enterococchi intestinali,che danno segno di contaminazione fecale.

L’acqua analizzata è risultata eccellente.

Al termine della stagione balneare 2021 tutte le 174 acque di balneazione sono state sottoposte a classificazione basata sulla elaborazione di 4 anni a partire dal 2018

di dati fino al 2021. Tra le acque analizzate quelle di classe “scarsa” avranno un divieto

temporaneo per tutta la durata della stagione balneare. Tra queste una piccola porzione di mare davanti a Isola Verde.

Continueranno ad essere sottoposte a monitoraggio nella stagione balneare

2022 per poter effettuare, a fine stagione, la nuova classificazione e poterle riaprire

nella stagione successiva se avranno raggiunto almeno la classe “sufficiente””


NUOVA SEDE ASCOM A ROSOLINA MARE


A Rosolina Mare è stata inaugurata ieri mattina la nuova sede di ASCOM, in pieno Centro, via Ligustri 1.

Le sedi di Chioggia e Rosolina Mare vogliono lavorare in sinergia per potenziare il settore turistico e commerciale. Lo hanno ribadito tutti i presenti ieri mattina durante l’inaugurazione, a cui erano presenti il presidente dell’Unione Metropolitana di Venezia di Confcommercio e presidente della Camera di commercio di Venezia e Rovigo Massimo Zanon, il presidente di Ascom Confcommercio Rovigo, Stefano Pattaro, il presidente di Ascom Confcommercio Chioggia, Alessandro Da Re, il sindaco di Rosolina. Michele Grossato, il presidente dei balneari Cob di Rosolina Mare, Ferdinando Ferro. 

Ha spiegato Da Re che «Questo ufficio è la ciliegina sulla torta di una collaborazione tra il territorio di Venezia e quello di Rovigo che è in corso da tempo», 

Le affinità tra le nostre località sono tante e stiamo lavorando per creare una squadra che vada a potenziare entrambe». “È motivo di orgoglio dare il

benvenuto nel nostro territorio a un nuovo ufficio Ascom Confcommercio», ha spiegato inoltre il sindaco Grossato.”

Si tratta di un segnale di crescita per la località che guarda al futuro con occhio positivo e che sta al passo con l’innovazione. I nuovi locali, che saranno aperti nelle giornate  del martedì e del giovedì dalle 9 alle 12.30, sono stati benedetti da don Roberto Boscolo, il quale ha portato anche il saluto del vescovo, monsignor Giampaolo Dianin.


FDI - PRESENTAZIONE DEL DIRETTIVO DAVANTI A UNA FOLTA PLATEA

 Ieri nel tardo pomeriggio si è tenuta la presentazione del direttivo di Fratelli d’Italia. Forti del successo che il partito sta avendo a livello nazionale trascinato da una titanica Giorgia Meloni ieri sono riusciti a radunare una folla non di poco conto. Presenti due leader la cui presenza nel nostro territorio è diventata abbastanza usuale, segno dell’importanza che Chioggia rappresenta per il Partito. Si tratta del Senatore Luca de Carlo e del consigliere regionale Raffaele Speranzon.


La serata è stata introdotta dal consigliere comunale Claudio Bullo e ha preso la parola Matteo Penzo, segretario del circolo di Chioggia che ha riassunto in breve il pensiero conduttore del partito. Ha dedicato parole speciali a Giovanni di Giovanni, persona, imprenditore, che da poco si è rimesso da un grave incidente e che è entrato a far parte del direttivo con la qualifica di vice segretario, braccio destro di Penzo. 

È stata poi presentata la parte impegnata politicamente nelle sedi istituzionali con il vicesindaco Daniele Tiozzo, l’assessore Elena Zennaro, l’assessore Massimiliano Tiozzo Caenazzo, i consiglieri Claudio Bullo, Katia Hannot, il capogruppo Matteo Boscolo Meneguolo, e il dott. Massimo Mancini.

Sono seguite le esposizioni di Speranzon e De Carlo le quali  mostrano un occhio di riguardo perché si pensi prima all’italia e soprattutto agli italiani. E con un riconoscimento nel reddito di cittadinanza di uno sprone a non volersi dare da fare. D'altronde ogni giorno le notizie a livello nazionale forniscono dati sulla misura concessa in modo improprio, segnale che sfugge dalle maglie del controllo la reale situazione economica di chi lo richiede. 


Il partito ha detto di aver fatto della coerenza la propria bandiera. Oltre che a Chioggia, correre in sinergia con le destre diventa l’unica possibilità per far funzionare le cose. 

Al termine è stato presentato il direttivo: segretario Matteo Penzo, vice segretario Giovanni di Giovanni, a seguire Adriano Tiozzo Pagio, Mauro Gallo, Naccari Gianluca, Oriano De Bei, Rossano Biston e inoltre l’avv. Francesca Longo, vicepresidente di Veritas. 



IMPIANTO BIOMETANO - SI MOVIMENTERANNO 45MILA TONNELLATE ANNUE DI COMPOSTI


Sono vari i motivi che preoccupano sull’impianto di produzione e di liquefazione di biometano alimentato da sottoprodotti di origine agricola che si localizzerà a Ca’ Venier in quel di Cavarzere. 

Andranno costruiti fabbricati, impianti e manufatti per una superficie complessiva di oltre 82mila metri quadrati. I sottoprodotti che verranno utilizzati equivarranno a circa 45mila tonnellate annue, si parla di insilato di tricale, insilato di sorgo, liquame bovino, letame bovino, pollina da ovaiole e sottoprodotti di molitura cereali. Le fonti energetiche alternative sono una necessità. Il biometano è rinnovabile, riduce la dipendenza dalle importazioni, aiuta nello sviluppo dell’economia locale, riduce le emissioni e di conseguenza l’effetto serra. Ma come al solito la parola che vige è “ok, ma no nel mio giardino”. D’altronde un impianto che smuove scarti per 45mila tonnellate annue non piacerebbe nel giardino di nessuno.


venerdì 13 maggio 2022

ASSESSORE ZENNARO - PER MIGLIORARE CHIOGGIA STIAMO COGLIENDO OGNI BANDO


 Ieri si è tenuta una commissione consiliare richiesta dall’opposizione e presentata ai presidenti della 1^, 2^, 4^ e 6^ commissione riguardante Chioggia Capitale della Cultura, in vista di una prossima candidatura.

Tutte le parti hanno riconosciuto l’importante lavoro fatto dal gruppo promotore per portare Chioggia tra le 10 finaliste, ma soprattutto il lavoro fatto dal gruppo stesso, per rendere più coesa la cittadinanza verso questo fine in un’iniziativa che, nella sua fase iniziale, vedeva molti detrattori.

Il lavoro fatto è stato definito immane. Il confronto si è reso necessario per chiarire alcuni punti primo fra tutti lo scioglimento del gruppo promotore che ha esaurito il suo motivo di esistere. I membri continueranno a impegnarsi a promuovere culturalmente la città individualmente.

Il suggerimento che si dava nella nota firmata virtualmente da tutti i membri del gruppo, Giuseppe Penzo, Raffaella Perini, Alessia Boscolo Nata, Matteo Doria, Nicola Nicchetto, Pietro Alfiero e Brombo Micaela, era che venissero valorizzati i risultati ottenuti e che venisse dato il giusto risalto almeno a una parte dei progetti presentati nel dossier “Sale di Cultura”.

L’Assessore alla Cultura, Elena Zennaro, ha fatto un’interessante disamina sulla situazione che vede l’amministrazione impegnata a aderire a tutti i bandi utili per valorizzare il territorio.

Il Ministero della Cultura ha continuato il percorso cominciato con le candidature dando alle 9 finaliste non vincenti la possibilità di partecipare a un percorso che dovrebbe portare importanti frutti.

Il dossier presentato al Ministero è rimasto secretato fino a qualche giorno fa, tanta sarebbe stata la sua importanza se fosse stato diffuso prima.

L'idea presentata è che si inserisca almeno una persona dedicata al progetto ma come ha affermato l’assessore Zennaro non ci sono persone ulteriori da dedicare al progetto ma ce ne sono almeno due che lavorano per dieci, non solo in quanto a tempo dedicato, ma alla passione e alla competenza che mettono nel lavoro che fanno, si tratta delle dottoresse Daniela Ballarin e Cristina Penzo che hanno seguito il progetto fino dagli albori.


CHIOGGIA - UN PASSO IN PIU' VERSO LA DIGITALIZZAZIONE


Il Comune di Chioggia mette a disposizione un nuovo sportello on line sia ai cittadini che ai professionisti, attraverso la soluzione UnicumData, realizzata in collaborazione con lo staff ingegneristico di Car-Tech Group.

La piattaforma sarà raggiungibile direttamente dal sito del comune di Chioggia e permetterà gratuitamente all'utente, anche se non residente, l’accesso alla propria situazione immobiliare tributaria, in pieno rispetto alla normativa sulla privacy.

Si tratta di un canale diretto per interfacciarsi con l’ente aperto 24 su 24 che permette di consultare le pratiche in modo efficiente e trasparente. 

L’amministrazione la prossima settimana presenterà la piattaforma sia in presenza che on line in due incontri diversi, il primo martedì prossimo, rivolto alla cittadinanza, il secondo, mercoledì, rivolto invece ai professionisti.

Il sindaco Mauro Armelao, il quale ha la delega all'informatizzazione e all'innovazione, con questo passaggio vuol portare la città di Chioggia un passo più avanti verso la digitalizzazione.

Con questo servizio i cittadini saranno in grado di visualizzare e controllare i propri dati immobiliari presenti sul territorio, ottenere un rapido resoconto delle prossime scadenze tributarie e provvedere al pagamento delle stesse tramite il collegamento a PagoPA.

UnicumData consente l’accesso all’utilizzo tramite identificazione con sistema SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale) varato dal Governo, ed è predisposto all’identificazione con sistema CIE (Carta Identità Elettronica).

Sarà possibile accedere anche da sistemi mobili, Smartphone, Tablet, e altro.

Ci sarà inoltre un servizio di assistenza diretta erogato tramite sistema di Chatbot disponibile H24, 7 giorni su 7.


DARSENA LE SALINE - BANDIERA BLU PER GLI APPRODI TURISTICI


 La Darsena le Saline di Chioggia anche quest’anno è stata insignita del riconoscimento della bandiera blu, sezione approdi turistici da parte della FEE Foundation for Environmental Education.

Si tratta di una importante riconferma ottenuta grazia ad attività atte a salvaguardare l’ambiente naturale e di rispetto delle peculiarità architettoniche e paesaggistiche del territorio, oltre che della salute e della sicurezza degli utenti del porto turistico.

La società che gestisce il marina, lo Sporting Club Marina di Chioggia Spa, investe cospicue risorse per aggiornare i propri impianti, rispettando le più rigorose norme sulla sicurezza e sulla tutela dell’ambiente naturale. Sono da segnalare i moderni impianti per il trattamento acque reflue e di quelle provenienti dalle lavorazioni del cantiere nautico.

Il tutto rivolto a un miglioramento del servizio alla clientela. Un importante investimento quest’anno ha riguardato le colonnine sui pontili, dove è stata posizionata la fibra ottica, oltre a un miglioramento importante nella tecnologia con la gestione dei dati da Cloud Server e l’utilizzo dei servizi del marina tramite un’APP smartphone.

La Darsena Le Saline sarà la prima realtà nautica in Italia ad implementare questa tecnologia,Cloud Energy, che punta ad ottimizzare i consumi di acqua ed energia e a sensibilizzare ulteriormente l’utente.



BALDIN - REDDITO DI CITTADINANZA , MISURA DI GIUSTIZIA SOCIALE

 


Le affermazioni dell’assessore al lavoro della regione Veneto, Elena Donazzan, sul reddito di cittadinanza, non sembrano essere piaciute agli appartenenti del Movimento 5 Stelle che la definiscono una legge giusta e come tale non può essere definita fallimentare.


Si tratta, affermano Barbara Guidolin, senatore, ed Erika Baldin, consigliere regionale, di una misura di giustizia sociale, che vuole contrastare la povertà assoluta, garantendo ai cittadini un'esistenza dignitosa.

Ciò seppure siano le prime ad affermare, in sincrono con il movimento, che può essere migliorata ed è indubbio che vadano rafforzati i controlli e puniti coloro che cercano di fare i furbi.


Ma di certo a pagare per chi froda lo Stato, affermano, non possono essere coloro che senza questo fondamentale aiuto economico non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena. Rispediamo al mittente le polemiche pretestuose di alcuni rappresentanti istituzionali, che invito ad ascoltare quanti senza il Reddito di cittadinanza non saprebbero come fare a sfamare i propri figli ed arrivare a fine mese.


Le due esponenti grilline hanno quindi chiesto alternative alla Donazzan per contrastare la povertà assoluta, che mostra un numero di casi in crescita, affermando come il Reddito di Cittadinanza e le misure straordinarie di sostegno al reddito messe in campo in questi anni di pandemia abbiano permesso la tenuta sociale del Paese.

“Crediamo sia necessario trovare soluzioni invece di concentrarsi su polemiche sterili e propagandistiche”, hanno affermato.



mercoledì 11 maggio 2022

I CARABINIERI CHIOGGIA (VE). SEQUESTRATI 900 KG DI VONGOLE DI MARE.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Motovedetta della Compagnia di Chioggia, nell’ambito di mirato servizio di contrasto alle violazioni in materia di pesca, trasporto e commercializzazione di prodotti ittici, sanzionava amministrativamente 3 persone, a Chioggia.

I controlli, effettuati in diversi momenti della giornata, permettevano di constatare come gli uomini trasportassero, nel primo caso, 15 ceste di plastica e 1 sacco traforato contenenti vongole veraci per un peso complessivo di 500 kg e nel secondo caso 14 ceste e 2 sacchi di vongole veraci per un peso di 450 kg circa, essendo sprovvisti del “documento sanitario” di accompagnamento, ovvero il Documento Di Registrazione (DDR) per molluschi bivalvi vivi di cui al Reg. CE 853/2004.


In entrambi i controlli, quindi, alla richiesta dei militari accertatori, non veniva esibita alcuna documentazione a scorta dei molluschi, come previsto dalle norme.


All’atto del primo controllo veniva inoltre accertato che il veicolo su cui erano caricate le ceste, era al suo interno sporco ovvero non adeguato per il trasporto di prodotto alimentare destinato al consumo umano, che risultava quindi esposto al rischio di contaminazione microbiologica, in violazione al Reg.CE 852/2004.


I molluschi, del valore commerciale di € 14.000, venivano sottoposti a sequestro amministrativo e poiché ancora vivi, fatti rigettare nelle vicine acque lagunari per il ripristino del ciclo vitale. 

Sono state elevate sanzioni amministrative per €5.000,00.


Nelle ultime settimane, gli stessi militari della Compagnia di Chioggia hanno controllato un ristorante sul lungomare di Sottomarina, constatando come circa 15 kg di prodotti alimentari fossero conservati in modo promiscuo (carne e pesce), in contenitori privi etichettatura e di indicazioni sulla provenienza e sulla tracciabilità di filiera, ed hanno contestato la relativa violazione amministrativa al proprietario dell’esercizio.


Gli alimenti, del valore complessivo di 200€, sono stati sequestrati e ne è stato imposto lo smaltimento. 


Un ulteriore recente controllo ad un soggetto che trasportava circa 40 sacchi di vongole a bordo del proprio furgone, invece, salvava i molluschi ma sottoponeva a sequestro il veicolo poiché, mentre il prodotto ittico era accompagnato dalla prevista documentazione di tracciabilità, il furgone era privo di assicurazione e revisione.





lunedì 9 maggio 2022

L’EMORAGGIA DELLA NEONATA CAUSATA DA GRAVI TRAUMI AL CAPO

L’EMORAGGIA DELLA NEONATA CAUSATA DA GRAVI TRAUMI AL CAPO Attorno alle 17 di lunedì pomeriggio abbiamo pubblicato la terribile notizia di una bambina di cinque mesi che era stata trasportata dall’ospedale di Chioggia a Padova per una grave emorragia cerebrale. La pubblicazione di questa notizia è stata come lanciare una bomba, immediatamente c’è stata la massima attenzione da parte di tanti dei nostri follower dai quali abbiamo avuto ulteriori dettagli, alcuni dei quali non pubblicabili in mancanza di conferme ufficiali. Quello di cui abbiamo informazioni sicure è ci riferiscono per certo che l'emorragia sia stata causa da dei gravi traumi subiti al capo della piccolina. Ma non è noto come sia potuto accadere, quello che è certo è che i carabinieri stanno indagando sulle cause di questo evento terribile. A distanza di poche ore dalla pubblicazione della notizia erano già centinaia i commenti di auguri per la povera piccola, speriamo bene che la bambina superi tutto senza riportare conseguenze.

ACCORDO ELETTORALE TRA PD E M5S "BENEDETTO" DAL MINISTRO D'INCÀ

Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico d’Incà, ha varato questa mattina l’appoggio del MoVimento 5 Stelle, con l’ingresso di Sabrina Cervi e Michele Pieran -consiglieri comunali uscenti del M5S- alla lista civica che sostiene la rielezione di Marco Dori a sindaco di Mira. Reduce dall’adunata degli Alpini, il ministro a Oriago ha parlato del grande rapporto umano stretto con il sindaco Dori, risalente ai primi giorni della pandemia nel febbraio 2020: «Allora, nella sede della Protezione Civile provinciale, abbiamo seguìto assieme l’insorgere dei primi casi a Mira, dove poi si è anche verificato il primo decesso per Covid in Veneto. Da lì abbiamo iniziato a conoscerci, e dalla conoscenza è nata la fiducia, rinsaldata durante altri momenti difficili». D’Incà ringrazia Cervi e Pieran per il lavoro svolto in consiglio: «Assieme a loro abbiamo condiviso l’esigenza di confrontarsi in maniera pacata con un’amministrazione che, senza pregiudizi, stava continuando anche il lavoro iniziato in precedenza dalla giunta del M5S. E che stava aiutando anche me nel definire meglio il mio sostegno da Roma a questo territorio». L’esponente del governo guarda a Dori come a «un giovane uomo che ha intrapreso con maturità il percorso nelle istituzioni, e ci ha dato la possibilità di portare avanti nel merito la nostra visione. Per questo lo appoggiamo e indichiamo due persone per il prossimo consiglio comunale, che conoscono le questioni sul tavolo, nel segno della sostenibilità e della solidarietà quali valori guida». L’avvicinamento del MoVimento 5 Stelle al campo progressista è peraltro una costante in Veneto: con modalità diverse sostiene Tommasi a Verona, Giordani a Padova, Vignato a Belluno, Zatta a Feltre e Casoni a Marcon: «Sono persone capaci – osserva d’Incà - e che sanno unire. D’altronde governiamo assieme al centrosinistra a livello centrale dal 2019, già dall’esperienza del Conte II». Sul piano operativo, il ministro ha ricordato le risorse stanziate dal governo Conte II per la protezione della laguna e della gronda: un milione e 166mila euro l’anno dalla Legge Speciale per Venezia, della quale Mira ha usufruito per la prima volta cinque anni fa, grazie ad un apposito emendamento licenziato dal governo Gentiloni. Ma soprattutto ha affrontato due dei temi portanti della campagna di Dori, ovvero la gestione, manutenzione e automatizzazione dei dieci ponti mobili (che gravano per 500mila euro annui sulle casse del Comune di Mira) e la messa in sicurezza della strada Romea: «Spero che il governo Draghi proceda – sottolinea il titolare dei Rapporti col Parlamento – per accendere un confronto serrato in merito ai ponti. Quanto alla Romea, sono stati investiti 170 milioni grazie a un accordo di programma, soprattutto per colmare le carenze statiche. Tra il Comune di Mira e il governo c’è e ci sarà forte vicinanza, un rapporto diretto permette di risolvere eventuali piccole incomprensioni». D’Incà ha concluso augurandosi che «tra cinque anni, emergano nuove generazioni di politici e amministratori, al fine di mantenere vive le istituzioni e più vicine alla cittadinanza». Nella sede del comitato elettorale in via Stazione, il primo cittadino di Mira ha fatto gli onori di casa apprezzando il serio confronto avuto con i consiglieri stellati durante gli scorsi cinque anni: «Quando le forze responsabili della minoranza hanno portato istanze di crescita – ha spiegato Dori - le abbiamo sempre considerate un valore aggiunto, discutendole e non di rado anche appoggiandole. Per il futuro varrà lo stesso atteggiamento del passato, ovvero ascolto e concretezza: quando ci si candida a governare la città non ci sono vincitori né vinti, ma solo la città. Questo approccio laico alla politica credo sia apprezzato dai cittadini, e anche da chi le elezioni non le vince. Ci mettiamo tutte e tutti in gioco per gli altri, non per noi stessi». Con lo stesso spirito, Dori conferma l’ingresso di Cervi e Pieran quali indipendenti nella sua lista civica, senza il simbolo del MoVimento: «Rappresentano un valore ulteriore di presenza amministrativa, dialogo e allargamento del campo progressista. Chi ha seguito i lavori consiliari sa che le posizioni divisive sono state superate lavorando con le forze politiche che avevano la volontà di operare assieme per trovare la strada giusta. Le mediazioni nascono dalla politica dei contenuti e non degli slogan, e a Mira il gruppo del Movimento 5 Stelle non ha avuto posizioni ideologiche». Assente Michele Pieran per una lieve indisposizione, è stata Sabrina Cervi a spiegare la decisione di correre con Dori: «In questi mesi molti schieramenti mi hanno chiesto di farne parte. Dopo le dovute riflessioni abbiamo deciso di stare con la civica del sindaco uscente perché con lui abbiamo collaborato attorno alla soluzione di questioni che noi stessi avevamo posto, e che hanno trovato nell’amministrazione in carica gli opportuni approfondimenti, con un fine comune. Il sindaco ha sempre ascoltato anche le minoranze». Cervi si è impegnata particolarmente per la sua frazione, Marano, dove l’azione dei comitati di genitori e dell’ex assessora Orietta Vanin (ora senatrice del M5S) ha consentito di “salvare” una mensa scolastica, mentre Michele Pieran -per dieci anni in consiglio- è particolarmente esperto di energie rinnovabili, la cui transizione è uno dei temi cardine che stanno più cari al MoVimento. «Grazie al PNRR – conclude Sabrina Cervi – arriveranno tante risorse. Dare continuità è importante a ciò che è stato iniziato cinque anni fa e ha bisogno di essere portato a termine: Marco Dori ha tutte le qualità per farlo, e se eletti lavoreremo assieme a lui con lealtà».