mercoledì 26 novembre 2014

TORRE DI BEBBE - SITO ARCHEOLOGICO DIMENTICATO

--> L'amico Giorgio Aldrighetti ci rinfresca la memoria su un altro sito archeologico , purtroppo quasi dimenticato, ai confini del comune di Chioggia. Si trova al confine con il comune di Cavarzere, si tratta di una delle fortificazioni della Serenissima disloccate a sud della laguna, un po' più ad est c'era FORTE BRONDOLO, un altra fortificazione ormai praticamente scomparsa all'interno del compendio del mercato ortofrutticolo. Ascoltiamo il commendatore Aldrighetti. torre di bebbe

lunedì 24 novembre 2014

TRAGEDIA A SOTTOMARINA : UN GIOVANE PERDE LA VITA CON UN GESTO ESTREMO

Domenica sera funestata da una tragedia per il gesto estremo di un giovane originario di Palermo. Verso le 23 la polizia è stata avvisata da dei passanti che si sono accorti di una scena raccapricciante all’incrocio tra via Giovanni da Verrazzano con via Pigafetta, polizia e personale del pronto soccorso non hanno potuto far altro che constatare il decesso del 31enne siciliano. Si chiamava Gaetano Pallumeri era da circa un anno che si era stabilito a Sottomarina, qualcuno che lo conosceva lo descrive come un bravo ragazzo, una persona “ molto buona “ , al momento non si conoscono le motivazioni del suo gesto, sembra che non abbia lasciato nessuno scritto, da persone che conoscevano un po’ la sua storia riferiscono di un brutto momento, che aveva avuto in passato degli episodi di disagio. C’è stata molta partecipazione da parte di tante persone e tanti giovani che hanno espresso vicinanza e dispiacere per questa giovane perdita, qualcuno aveva anche postato la foto che riprendeva l’istante in cui era visibile il corpo del giovane ma c’è stata una vera sollevazione sui social e , per fortuna, lo scatto è stato fatto prontamente sparire. --> Un uomo di 31 anni, un giovane, originario della sicilia ha compiuto un gesto estremo a Sottomarina, nei pressi dell'incrocio tra via Giovanni da Verrazzano con via Pigafetta. La disgrazia è stata segnalata da numerose persone ieri sera attorno alle 23.30. Ulteriori aggiornamenti in seguito

sabato 22 novembre 2014

MI HANNO BUTTATA FUORI PER DARE POSTO A TRE STRANIERI

--> " La CARITAS mi aveva trovato un alloggio ma poi me ne sono dovuta andare per lasciare il posto a degli stranieri - ci riferisce la signora Antonella - Sono otto mesi che sto per le strade, ho il diabete e una forte pancreatite " Questo è quanto ha voluto che pubblicassimo questa signora che ci ha chiesto espressamente di pubblicare la sua storia, sicuramente una situazione di disagio, ma nelle sue stesse dichiarazioni ci sono degli aspetti che sollevano molte perplessità. Nella stessa intervista la stessa signora ammette di avere ben tre figli ma nessuno di loro sarebbe in grado di aiutarla....

venerdì 21 novembre 2014

SEGUITA DA UNO STRANIERO : MINORENNE AGGREDITA ALL'ALBA A SOTTOMARINA

--> E’ stata effettivamente una tentata aggressione quella che ha subito una minorenne di Sottomarina all’albeggiare di giovedì mattina nelle vicinanze del Park Hotel. A conferma del tam tam di voci che erano iniziate a girate sui social dalla mattinata di ieri c’è la denuncia depositata dalla minorenne accompagnata dalla madre presso la caserma dei carabinieri di Sottomarina. “ Ieri mattina verso le 06,35 - scrive testualmente nella denuncia la giovanissima - sono uscita per recarmi alla fermata distante circa 200 metri da casa e ad un certo punto mi sono accorta che un uomo di colore aveva iniziato a seguirmi, non era ancora giorno e trovandomi su una stradina poco frequentata mi sono spaventata e mi messa a correre ma l’uomo mi ha raggiunto mi ha afferrato entrambe le mani. Ho cercato di liberarmi ma l’uomo mi ha trascinata con forza in una zona nascosta dietro l’hotel Park ed a cominciato a leccarmi sul volto e a toccarmi il sedere, ero talmente presa dal panico che non riuscivo nemmeno a chiedere aiuto” Questo è il drammatico resoconto fornito dalla ragazzina , altro che “ si sarebbe trattato di un semplice approccio verbale “, fortunatamente è soppraggiunto un giovane di circa 20 anni che è intervenuto gridando e la sua presenza ha fatto desistere lo straniero dagli insani propositi. La ragazza anche se spaventatissima ha preferito prendere l’autobus piuttosto che correre il rischio di ritrovarsi sola con questa persona. “ Tutte le pattuglie in servizio esterno hanno una descrizione della persona - riferiscono dal comando dei carabinieri - sono stati intensificati i servizi durante gli orari mattutini in cui i minori prendono gli autobus. Lo straniero è una persona di colore e avrebbe sul naso un segno particolare un neo o una cicatrice, come riferisce la ragazza, intanto sullo stesso post dove era iniziata la segnalazione veritiera della violenza alla minorenne stanno arrivando segnalazioni di persone con caratteristiche simili a quelle dell’aggressore.

giovedì 20 novembre 2014

MADRE E FIGLIA SI ACCANISCONO CON VIOLENZA CONTRO L'EX TITOLARE: PEGGIO DI UNA SPEDIZIONE PUNITIVA

il negozio BIMAJO in Palazzo Goldoni --> Spedizione punitiva di madre e figlia nei confronti della ex datrice di lavoro di quest’ultima.Una signora di 54 anni, titolare del negozio BIMAJO ( in corso del popolo) mercoledì è stata trasportata d’urgenza al pronto soccorso con l’autoambulanza nelle condizioni di chi ha subito un confronto fisico molto duro: stato alterato, numerosi ematomi e una notevole quantità di capelli strappati. Tanto che alla donna sono stati refertati 20 giorni di prognosi, ha dovuto chiudere l’attività, costringendola a sottoporsi a numerosi esami. La causa scatenante del “ confronto” sarebbe stata una frase che rivangava una vecchia causa di lavoro definita diversi anni fa scambiata durante un fortuito incontro avvenuto il giorno prima all’ospedale di Chioggia. Una questione vecchia ma , evidentemente, con ancora tanta ruggine tanto che la ex dipendente si è presentata in negozio, sembra improbabile per fare degli acquisti, accompagnata dalla madre e da una terza donna rimasta però all’esterno del negozio. Secondo la signora le due sarebbero passate dalle ( brutte) parole all’aggressione in un attimo, lasciandola tramortita, mentre la terza rimaneva impassibile fuori dal negozio. “ Ho dovuto chiamare il pronto soccorso da sola - ha confermato la ex titolare - non ce la facevo neppure a rimanere in piedi “ Per uno scherzo del destino il negozio si trova nello storico palazzo Goldoni autore delle famose: “ Baruffe Chiozzotte “ anche se con 20 giorni di prognosi più che una baruffa sembrerebbe un vero e proprio pestaggio. la signora contro cui le due donne si sono accanite Il post lo avevamo scritto prima di vedere la foto, non ci sono parole....

mercoledì 19 novembre 2014

GUARDIA COSTIERA, ELICOTTERI e ECO NAVE IN ESERCITAZIONE ANTI INQUINAMENTO

--> Come previsto, le condizioni meteo erano favorevoli, si è svolta mercoledì mattina l'esercitazione congiunta della guardia costiera coordinata dalla sezione operativa con la eco nave LAGUNA 4 con l'ausilio anche dell'elicottero dei vigili del fuoco di Venezia. Si tratta di un'esercitazione che ha l'obiettivo di tenere uomini e mezzi pronti in caso di inquinamento di ido carburi. La sezione operativa ha coordinato tutta l'operazione con l'attenzione al traffico marittimo interfacciandosi anche con i piloti del porto di chioggia, l'equipaggio della Eco Laguna ha simulato la raccolta di idrocarburi arrivando al punto previsto, calando in mare le pannole anti-inquinamento ed immergendo lo skimmer che è uno strumento che separa gli oli, i carburanti dall'acqua. Una curiosità l'equipaggio della nave è composto da quasi tutti chioggiotti salvo il comandante Alvaro Fiorin, un equipaggio molto affiatato con una lunga esperienza in situazioni di inquinamento, nel 2010 fecero parte della task force impiegata per fermare l'inquinamento del Po e del suo delicato eco sistema sul delta, quando, ignoti farabutti, in circostanze non ancora chiarite, furono artefici di un enorme svuotamento di petroli da una raffineria in disuso in provincia di Monza. Allora, malgrado l'enorme quantità di carburanti, le cronache parlano di 2,5 milioni di litri, grazie all'impegno di quelle persone, compreso l'equipaggio attuale, riuscirono a fermare quella massa di petrolio che arrivò in mare in minima parte evitando così danni enormi per l'ambiente. La Eco Laguna 4 ha una capacità di carico di 550 tonnellate e sono operativi 365 giorni all'anno, sono in grado di levare gli ormeggi con un preavviso di tre ore , sono convenzionati con il ministero dell'ambiente. Il compito della guardia costiera, oltre al coordinamento, è quello di campionare le eventuali perdite di carburanti cercando di rintracciare i responsabili. L'uso dell'elicottero è fondamentale perché con la visuale dall'altro la ricerca e la bonifica è ovviamente molto più efficace. Speriamo che queste continuino sempre ad essere solo esercitazioni. destra del com.te il il direttore di macchina TIENGO Arduino poi Il 1 uff.di coperta Ravagnan Vanni a sn i marinai MONARO Paolo e Zennaro Mario

lunedì 17 novembre 2014

500 EURO DI BONUS PER I NUOVI NATI DALLA GIUNTA CASSON

--> Bonus bebè, 500 euro per i nuovi nati. La Giunta Casson anticipa il Governo Renzi e introduce un nuovo sussidio per le famiglie che hanno accolto o accoglieranno un bimbo nel 2014. ”Pur in un periodo di obbiettiva difficoltà, il settore sociale, sempre esposto ed in trincea, ha avuto la capacità di studiare un percorso innovativo a sostegno della maternità – commenta l’assessore ai servizi sociali, Massimiliano Tiozzo, - La Giunta Casson continua il suo lavoro di aiuto alla famiglia, soggetto mai dimenticato e considerato di assoluta priorità da questa Amministrazione. Il bonus è un aiuto significativo e strutturato nei confronti di tutti quei nuclei che quest’anno hanno accolto un neonato o un minore in adozione. Su una previsione di circa 300 nuovi nati nel 2014, saranno 120 le famiglie a beneficiare di questo sostegno. Anche attraverso questa misura, vogliamo continuare il dialogo instaurato con il mondo del volontariato sensibile a queste tematiche, con uno strumento di aiuto equo”. “Il bonus bebè è una misura dedicata, che vuole sostenere la maternità. Le mamme devono sapere che in futuro potranno contare su un contributo significativo – dichiara il sindaco Giuseppe Casson - Le istituzioni infatti in sintonia con la legge 194 sono chiamate a intervenire con i mezzi a disposizione per evitare il dramma dell’interruzione di gravidanza, con strumenti in grado di eliminare le difficoltà economiche che potrebbero portare a questa scelta sofferta. Questo intervento, per le situazioni di particolare difficoltà, non si sostituisce ma integra altri contributi erogati”. Il Comune stanzierà 60 mila euro racimolati grazie alla Spending review. L’erogazione dell’assegno una tantum di 500 euro, potrà essere richiesto da nuclei familiari con nuovi nati o adozioni di minori avvenute nell’anno 2014, con un indicatore ISEE non superiore ai 20 mila euro. Verranno quindi agevolate le fasce indigenti, ma anche le famiglie con in media un’unica fonte di reddito o i nuclei numerosi. Le domande potranno essere presentate dopo la pubblicazione del bando programmato per inizio 2015.