lunedì 1 settembre 2014

GIOVANE DI CHIOGGIA ACCOLTELLATO A RAVENNA - L'AGGRESSORE AI DOMICILIARI

La stazione della ferrovia di Ravenna, dove è avvenuta l'aggressione --> Un 19 enne Chioggiotto, le sue iniziali sarebbero F.E. è stato accoltellato da un ubriaco nel piazzale della ferrovia di Ravenna attorno alla mezzanotte di domenica scorsa. Il giovane chioggiotto che era in compagnia di amici per qualche motivo deve aver avuto un contatto, forse una parola, magari uno sguardo di rimprovero, con un altro giovane che in evidente stato di ebrezza aveva in precedenza importunato gli altri passeggeri. Qualunque sia stata la motivazione, il tipo, nato a Palermo ma residente nella provincia di Bologna da tempo, ha accoltellato alla gola e al volto lo sventurato ragazzo colpevole, molto probabilmente, solo di aver condiviso un viaggio in treno con un tipo poco raccomandabile. Dopo l’efferata violenza ha cercato di far perdere le tracce, ma la polizia di Ravenna, avvertita tramite il 113 allertato dagli amici del 19 enne è riuscita a rintracciarlo nelle vicinanze della stazione. Malgrado avesse ancora il sangue addosso cercava pure di negare l’evidenza cercando di giustificarsi che era solamente in cerca di un lavoro. Ai successivi accertamenti, ma probabilmente la poliza lo conosceva già bene, che il bolognese d’adozione aveva a carico una bella serie di provvedimenti restrittivi sempre a causa di atti di violenza, era già stato ai domiciliari, inoltre non avrebbe dovuto uscire né allontanarsi dal comune di residenza dalle 19 della sera alle 7 della mattina. Con la flagranza del reato, per poco ammazzava un ragazzo, è stato fermato nella camera di sicurezza della questura ma la mattina di lunedì il giudice, Agnese Cicchetti, dopo averlo ascoltato ( per modo di dire, visto che l’arrestato si è avvalso della facoltà di non rispondere) ha posto solamente gli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima che si terrà a Ravenna il prossimo 5 settembre. In pratica dopo aver quasi ammazzato un giovane, in meno di 12 ore, questa persona era già a casa sua ai domiciliari. Il ragazzo di Chioggia è stato dimesso dall’ospedale con una prognosi di 20 giorni, di quel viaggio con gli amici a Ravenna ne avrà ricordo per tutta la vita.

domenica 31 agosto 2014

FUOCO NELLA DARSENA MARINA DEL SOLE, UNO YACHT BRUCIA NELLA NOTTE

--> Incendio presso la Marina del Sole: un incendio si è sviluppato a bordo di uno degli yacht ormeggiati nella darsena sul Brenta che è andato completamente distrutto. L’incendio è scoppiato improvvisamente dopo le dieci della sera, in un attimo le fiamme si solo levate altissime con una colonna di fumo distinguibile a chilomentri di distanza malgrado fosse notte. Fortunatamente malgrado la drammaticità del momento il personale della darsena non si è lasciato prendere dal panico e dopo aver immediatamente avvisato i VVFF è intervenuto disormeggiando l’imbarcazione trainandola distante , evitando così che il fuoco si propagasse alle altre. Per chi osservava dall’altra sponda del fiume Brenta sembrava la scena di un film catastrofico tali e tante erano le fiamme e il fumo, per chi era più vicino, come i residenti della frazione di Punta Gorzone alla triste spettacolarità delle fiamme si sono aggiunti anche i boati della bombole del gas di bordo che esplodevano per l’alta temperatura e l’odore acre del fumo sempre più fitto. In contempoaranea al susseguirsi di questi eventi il personale continuava a trainare alla fine degli ormeggi la carcassa fiammeggiante e ad attivare l’impianto anti incendio in modo tale da attenuare l’alta temperatura pericolossissima. Finalmente l’arrivo dei vigili del fuoco che sono riusciti ad avere la meglio con non poca fatica utilizzando le pompe antincendio di due CAMION dei pompieri. “ Ringrazio Ovidiu Rafael Staicu - il giovane dipendente romeno della darsena - per aver spostato la barca in fiamme nella prima fase dell’incendio. Poteva essere un disastro evitato grazie alla prontezza del personale e dei viglili del fuoco” Riferisce sul suo profilo fb Marino Masiero uno dei titolari della darsena, molto conosciuto a Chioggia. L’imbarcazione è andata completamente distrutta sono intervenuti poi anche le Guardie ai Fuochi che hanno disteso delle panne galleggianti per evitare che il materiale inquinante si disperda nel fiume. Secondo i carabinieri di Chioggia le cause dell’incendio sono accidentali e prive di dolo.

venerdì 29 agosto 2014

SCOPERTO DAI CARABINIERI GIRO DI PROSTITUZIONE CINESE A SOTTOMARINA

--> Scoperto a Sottomarina un giro di prostituzione gestito da cinesi. Dopo una serie di segnalazioni e di appostamenti il nucleo della radiomobile di Chioggia ha denunciato ed arrestato una cittadina cinese ZHANG JINYING del ‘68, residente a Correzzola, che oltre al “ semplice “ favoreggiamento è accusata di sfruttamento in quanto trattava con i clienti, incassava il corrispettivo a seconda della prestazione e organizzava gli appuntamenti in un appartamento di Viale Trieste. Mentre un altro cittadino cinese, uomo, residente nella provincia di Rovigo è stato denunciato per favoreggiamento per l’attività di prostituizione che esercitavano sempre delle cinesi in un altro appartamento di viale Mediterraneo. ULTERIORI APPROFONDIMENTI IN SEGUITO I Carabinieri scoprono un giro di prostituzione in due distinti appartamenti di Sottomarina dei quali risultano affittuari cittadini cinesi, uno in viale Mediterraneo e l’altro in Viale Trieste. Impossibile non notare un certo “ movimento” a tutte le ore del giorno in viale Trieste a pochi passi dalla Pasticceria Milanese, un via vai continuo di uomini di tutte le età, ma soprattutto tra i quaranta e i quarantacinque anni, cinquantenni e qualche vispo settantenne, persone che arrivavano anche in bicicletta segno evidente che qualche “ affezionato” era del posto. Spesso le stesse persone. Bastava mettersi in posizione discreta al riparo della pista ciclabile, che la copertura di qualche pianta, una telefonata e voilà si apriva la porta dell’appartamento con entrata separata, e per tanti bisognosi di “ affetto “ le porte del paradiso si aprivano. Anche se, qualcuno si è sbilanciato, sembra che le signore che “ esercitavano” non fossero proprio dei gran esemplari di bellezza femminile, è probabile che i clienti trovassero qualche differenza tra le foto degli annunci su internet però una volta dentro magari con qualche completino intimo si riusciva a rompere il ghiaccio, anche se qualcuno, stranamente, si intratteneva pochissimi minuti ( stomaco debole?) Ma anche se la posizione dell’appartamento, con posizione strategica, favoriva molto la discrezione l’andirivieni durava da troppi mesi ( sembra da febbraio- marzo) e i carabinieri, probabilmente su diverse segnalazioni, hanno arrestato una cittadina cinese JINYNG ZHANG del ‘68 residente a Correzzola in quanto oltre al “ semplice “ favoreggiamento è accusa di sfruttamento della prostituzione in quanto gestiva gli appuntamenti , incassava e trattava i prezzi per le prestazioni. L’altra casa per appuntamenti si trovava invece in viale mediterraneo, e un cinese, residente nella provincia di Rovigo è stato semplicemente denunciato per favorreggiamento. Le ragazze cinesi che si prostituivano sono del ‘70 e del ‘71 e si risultano irregolari, è probabile però che non verrano espulse perché potrebbero essere ascoltate come testimoni.Entrambi gli appartamenti sono stati posti sotto sequestro

mercoledì 27 agosto 2014

IL COMUNE " SALVA" IL GIUDICE DI PACE MA E' COSTRETTO A TAGLIARE IL SOCIALE

--> Il comune salva il giudice di pace ma sacrifica gli uffici del sociale, due delle persone che andranno a costituire l’organico del giudice di pace sono stati tolti dagli uffici di Palazzo Morosini che già si trovavano in una situazione di “ assoluta carestia”. In realtà l’amministrazione, per costituire l’organico del giudice di pace che è di quattro persone è stata costretta a scegliere tra quelli che avevano dato la disponibilità e dato che il ministero chiedeva dei precisi profili professionali e gli unici ad averne i requisiti ( D1- FUNZIONARIO DI GIUSTIZIA e B1 OPERATORE DI GIUSTIZIA) erano due persone che operavano all’interno degli uffici sociali siti a Vigo. l “ Gli uffici sociali sono impegnati in più settori - dicono in assessorato - la gestione dei minori, degli anziani ai quali viene portato un pasto caldo a casa ma è la gestione del contributo economico per le persone disagiate che assorbe più del 50% delle risorse umane degli uffici, regaliamo 600.000 euro all’anno a persone che vengono a chiedere perché si trovano in stato di disagio economico, il tutto in base ad un regolamento del 2001 “ In pratica la gestione di chi va a chiedere un contributo economico assorbe a tempo pieno due assistenti sociali e due persone per il front office e più un amministrativo impegnato a scrivere le determine , già prima gli uffici erano in forte difficoltà è facile immaginare che la situazione possa essere solo che peggiorata. Comunque l’amministrazione sta provvedendo all’assunzione di almeno un assistente sociale a tempo determinato e tramite spostamenti o comunque supplirà a queste carenze, consapevoli della necessità di agire al più presto, sono già individuate delle persone che potrebbero sostituire almeno la persona del front office. Un inciso l’assunzione di assistenti sociali e polizia municipale va in deroga al blocco delle assunzioni.

martedì 26 agosto 2014

IL MOSE HA ATTRAVERSATO LE ACQUE: OGGI L'ULTIMO CASSONE

--> Questa mattina è stato movimentato anche l'ultimo cassone chee va a chiudere tutta la barriera di chioggia , il cassone è stato realizzato, come gli altri 8, nella TURA del cantiere di Ca’Roman. Con questo ultimo varo terminano anche le chiusure del porto, le prossime installazioni saranno la posa delle paratoie che però impegneranno molto meno l’entrata del porto e quindi non sono previste altre chiusure. Tutta l’operazione è stata seguita da tutto lo staff del consorzio venezia nuova, con il direttore generale Hermes Redi, con molte decine di corrispondenti di giornali e tv, compresi di tanti curiosi che hanno seguito tutta l’operazione. Alla fine il suono delle sirene dei rimorchiatori hanno messo il sigillo alla “ traversata” del Mose. il direttore del consorzio venezia nuova HERMES REDI ( nel gruppo)

domenica 24 agosto 2014

LUCI MISTERIOSE NEL CIELO : ABBIAMO IL VIDEO

--> Domenica 17 agosto, alle 21 della sera, per circa mezz'ora molte decine di persone da più punti di osservazione videro un certo fenomeno luminoso nel cielo. L'evento ebbe un certo scalpore, molti furono gli interventi sui social, venne anche ripreso da qualche giornale, diciamo che per la maggior parte delle persone l'evento fu archiviato spiegandolo con l'utilizzo da parte di qualcuno di droni, anche se i droni che sono attualmente in commercio non possono certamente avere le prestazioni in velocità e di autonomia di volo che dimostrarono di avere quelle luci. Detto questo, e senza volerci addentrare in spiegazioni che non siamo certo in grado di dare una cosa possiamo dirla: " abbiamo il video " ci siamo accorti guardando le riprese che erano state fatte in occasione della " notte delle stelle" l'evento organizzato dalla HP eventi di Franco Nardo a Vigo, che alcuni passaggi di quelle luci erano state REGISTRATE da alcune riprese. Ve le proponiamo, chi volesse analizzare il file originale siamo disponibilissimi ad offrirlo. Buona visione La testimonianza di una delle persone che ha assistito al fenomeno

sabato 23 agosto 2014

VIDEO : 23 e 24 AGOSTO : TAM BEACH - DOMENICA dalle 09 AI BAGNI LUNGO MARE FINALI SINGOLO E DOPPIO FEMMINILE

--> Sabato e domenica a Sottomarina, nel contesto dei giochi sulla sabbia 2014, si svolgeranno i campionati italiani di TAM BEACH ( tamburello sulla spiaggia ) che è uno sport della tradizione, uno sport storico che è stato riproposto riscuotendo un notevole successo soprattutto nella versione estiva. Sabato e domenica le gare verranno seguite dai giudici della federazione italiana para tamburello, federazione affiliata al Coni, presidente Emilio Crosato, uno sport legato alla nostra città oltre che da legami storici anche da una tradizione fortissima soprattutto nella spiaggia. Una volta si giocava in modo diverso, si giocava con il palleggio lungo, mentre ora si gioca all'interno di uno spazio simile al beach tennis, beach volley. Rai sport riprenderà l'evento domenica che sarà trasmesso in differita il 4 di settembre alle ore 15. Domenica le finali inizieranno dalle 9 di singolo e doppi femminile con la partecipazione di atleti di tutta italia: Veneto, Trentino, Piemonte e dalla Sicilia.