lunedì 27 aprile 2015

RAPINATA LA SALA SLOT DI VIA MARCO POLO - VICINO PITTARELLO

Rapinata la sala slot di via Marco Polo, sita nella galleria di negozi dove c'è il noto negozio di Scarpe Pittarello. La rapina è avvenuta nella mattinata. ulteriore eventuali aggiornamenti in seguito

venerdì 24 aprile 2015

VIDEO - " PAGA O PUBBLICO IL VIDEO CHE TI RITRAE NUDO " CHIOGGIOTTO VITTIMA DI RICATTO SESSUALE

Chioggiotto vittima di un ricatto a sfondo sessuale: “ Paga o pubblico il video che ti ritrae nudo “, la vittima però non si lascia intimidire e corre diretto a denunciare alla polizia. “ Ci sono cascato come un fesso - ammette il giovane - non avevo mai sentito parlare di questo genere di truffe, tutto è iniziato accettando l’amicizia su Facebook di una sconosciuta “. In realtà c’è un vero e proprio boom di questo genere di truffe, sono ormai diverse decine le segnalazioni e le denunce di uomini che vengono irretiti da giovani ( e belle) ragazze tramite fb, il tutto inizia con la richiesta di amicizia poi c’è la richiesta di passare alla video chat tramite skipe e li scatta la trappola: la donna-esca inizia a spogliarsi e invita l’ingenuo partner a spogliarsi e lo incita all’autoerotismo, poco dopo arriva il video con le immagini eloquenti - paga altrimenti lo mandiamo a tutti i tuoi amici - parenti inclusi - che hai su facebook. Lo stesso copione è capitato a Giovanni, nome di fantasia, che ha accettato di mostrarsi nudo poco dopo è arrivata l’estorsione: “ O paghi mille euro oppure io ti rovino la vita “. Questa volta però l’organizzazione, di questo stiamo parlando, è rimasta a bocca asciutta Giovanni non ha accettato il ricatto anche se è stato postato il video che lo ritrae in un atteggiamento imbarazzante, ha rifiutato di pagare e si è rivolto alle forze dell’ordine, la stazione dei carabinieri di Chioggia. “ La truffatrice, molto probabilmente i truffatori - conclude Giovanni - hanno fatto sparire subito il profilo da Facebook, io ho sporto denuncia alla polizia postale e lancio un avvertimento, state attenti non arrivate a spogliarvi davanti ad una web-cam “. Giovanni è giovane e scapolo e ha preferito affrontare la vergogna di farsi vedere dai suoi familiari e dai suoi amici in una situazione compromettente chissà quanti, magari sposati, però hanno accettato il ricatto e hanno pagato.