lunedì 28 luglio 2014

NUOVO SERVIZIO ELICOTTERO NEI CIELI DI SOTTOMARINA

--> " Ah xe della finansa " " cosa alo 'sto elicottero che a và avanti indrio " ....ieri decine di richieste di info sul " misterioso" elicottero che girava sopra i cieli di Chioggia e di Sottomarina. Invece non è della GDF né di nessuna delle forze dell'ordine ma è un nuovo servizio turistico inaugurato presso il campeggio internazionale in collaborazione con l AnimationProject Animazione Turistica di latina. Il servizio riprenderà ad agosto, complimenti agli organizzatori con soli 60 euro un'esperienza indimenticabile. Bravi i nostri operatori turistici

domenica 27 luglio 2014

BOCCA DI PORTO DI CHIOGGIA 28/30 LUGLIO CHIUSURA DEL CANALE PER LA POSA DEI CASSONI DEL MOSE

--> Continuano le operazioni di posa dei cassoni del Mose alla bocca di porto di Chioggia. Lunedì 28 luglio è prevista la movimentazione del quarto cassone di “soglia” e pertanto si rende necessaria la chiusura totale della bocca di porto alla navigazione in entrata e in uscita per 54 ore consecutive. Questo per garantire la massima sicurezza durante le operazioni di varo e posa dei cassoni (saranno anche presenti operatori subacquei). In ottemperanza all’ ordinanza n. 56/2014 della Capitaneria di Porto di Chioggia, si informa che dalle ore 8.00 di lunedì 28 luglio fino alle ore 14.00 di mercoledì 30 luglio sarà interdetto completamente il traffico portuale. L’appello alla responsabilità e al senso civico di tutti coloro che d’abitudine o per svago attraversano la bocca di porto di Chioggia è condiviso da tutte le Autorità interessate. Chiunque volesse avere informazioni dettagliate può consultare il sito www.mosevenezia.it/chioggia

venerdì 25 luglio 2014

CLODIENSE NUOVO INIZIO: PRESENTATE LE NEW ENTRY

--> Come tradizione mercoledì sera dalla splendida cornice della terrazza dello stabilimento indiga si è svolta la conferenza stampa della società CLODIENSE. C'è stata la presentazione del primo gruppo dei nuovi calciatori che giocheranno per il nuovo campionato ed è stato anche un momento di ritrovo per fare un punto della situazione. " Mi sono sentito la responsabilità di continuare, non potevo pensare alla nostra città senza una squadra " forse è proprio questo il motivo che ha spinto il presidente Bielo, il DG Mauro Gallo e tutto il resto dello staff sportivo e tecnico all'incontro con la stampa e i media locali. Di fianco al presidente anche un rappresentante dell'amministrazione, l'assessore Girotto Narciso che senza nascondere le difficoltà economiche della situazione locale e nazionale ha ribadito l'appoggio alla squadra cittadina annunciando anche alcuni interventi di massima per lo stadio Aldo e Dino Ballarin. Il presidente Ivano Bielo, nella lunga conferenza stampa che abbiamo tagliato per motivi di spazio, non ha nascosto la difficoltà di pubblico, che non colpisce solo il tifo locale, elencando anche una serie di passaggi storici del calcio a Chioggia. Pensiamo di poter dire che si è percepita la grande disponibilità del presidente, ma anche del d.g. che con il nuovo campionato, con i nuovi giocatori, con la nuova stagione sportiva ci sia anche un nuovo inizio.

martedì 22 luglio 2014

POCHI 29 EURO DI SANZIONE PER I MEZZI PESANTI IN CENTRO?

--> “ Solo 29 euro di sanzione non scoraggiano l’entrata di questi mostri che hanno già iniziato a distruggere la pavimentazione di trachite appena sostituita, i vigili dovrebbero fare dei controlli più accurati sanzionando anche altri aspetti, quali per esempio i mancati riposi, se prendessero qualche centinaio di euro a botta molto probabilmente si sarebbero già trovate le soluzioni “ ci informa un addetto ai lavori esperto del codice della strada. “ Non è possibile effetturare dei controlli più accurati sui mezzi pesanti “ ci risponde gentilmente il comandante della polizia municipale “ Un controllo accurato significa fermare il mezzo per almeno un’ora con i comprensibili disagi al traffico inoltre sono controlli che richiedono esperienza e perizia, che abbiamo, ma dovremmo sguarnire altri settori, peraltro i proventi delle sanzioni andrebbero in larga misura alla prefettura e non al comune “ Fatto sta che malgrado le multe che avevano destato tanta attenzione ( e qualche soddisfazione ) nell’opinione pubblica, il traffico di mezzi pesanti non sembra minimamente diminuito, in particolare ogni mattina vengono postate le foto sui social network di due mezzi che alle 6.30 del mattino entrano ed escono per il corso del popolo in barba a tutti i divieti. “ L’unica soluzione è quella della video sorveglianza argomento sul quale ci sarà una forte accelerazione nelle prossime settimane “ assicura L’assessore Riccardo Rossi

ASCOM CONTRO LE SAGRE " INVENTATE "

il presidente di ascom ALESSANDRO DA RE --> Ascom contro le “sagre inventate” 80 giorni di sagre da giugno a fine agosto. Concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti CHIOGGIA – Nel territorio è boom di autorizzazioni rilasciate per l’organizzazione di sagre paesane. Basta fare un rapido elenco del programma di quest’anno per rendersi conto della portata del fenomeno: dal 20 giugno al 6 luglio la “festa del pesce azzurro”, dall’11 al 20 luglio la “sagra del pesce” a Chioggia, dal 28 luglio al 3 agosto la “Festa del pescatore” e dall’8 al 15 agosto “Tutti in pentolona”, tutte in piazza Todaro che vince la palma di location più gettonata per questo tipo di eventi. A queste vanno aggiunte le sagre delle tante parrocchie del territorio. Complessivamente quasi 80 giorni di sagre di vario tipo in poco più di 3 mesi e mezzo. “Non siamo contro le sagre storiche come quella del pesce che, da 77 anni, viene fatta in corso del Popolo – spiega il presidente di Ascom Alessandro Da Re – e nemmeno siamo contro quelle delle parrocchie che durano pochissimi giorni e hanno comunque un fine benefico. La nostra critica, che vuole comunque essere costruttiva, è rivolta a quelle sagre tipiche completamente inventate che sbucano costantemente a Sottomarina. Ad esempio, è assolutamente assurdo che vengano fatti ben 17 giorni di festa del pesce azzurro in piazza Todaro, per non citare tutte le altre”. Ascom chiede che venga messo un limite massimo di serate per le sagre estive: “Se a Chioggia la sagra del pesce dura 10 giorni – continua Da Re - lo stesso andrebbe fatto anche a Sottomarina. 10 giorni al massimo e poi stop, o davvero diventa concorrenza sleale nei confronti dei nostri ristoranti che già vivono un momento particolarmente difficile”. Ciliegina sulla torta, quest’anno è stata organizzata, dal 2 al 13 agosto, una “piccola sagra del pesce” a Sottomarina. “I volantini – spiega Da Re – venivano distribuiti dai responsabili di uno stand della sagra del pesce di Chioggia. Viene fatta in via Venier, vicino ai campeggi. Un posto che, prima di adesso, non aveva mai ospitato alcun tipo di sagra. In un periodo, quello della prima quindicina di agosto, molto atteso dai ristoranti che cercano di raddrizzare la barca e fare qualche buon incasso. Nella zona ci sono anche pescherie con gastronomia e rosticcerie. Nessuno sa niente su chi l’abbia organizzata e chi abbia dato i permessi per farla. Chiamiamolo un regalo a sorpresa per i nostri ristoratori, già martoriati”. Ascom non attacca la sagra del pesce, evento che porta a Chioggia migliaia di persone e che è importantissima a livello turistico, ma alcune cose dell’edizione di quest’anno, non sono piaciute, soprattutto ai ristoratori. “C’erano degli stands – spiega la portavoce dei ristoranti Karen Boscolo – che prima delle 19 facevano addirittura da mangiare per asporto. Inoltre tutti hanno diffuso il proprio numero di telefono per le prenotazioni, come se fossero un vero e proprio ristorante. A una sagra non si dovrebbe poter prenotare. Se così stanno le cose allora dovrebbero pagare le tasse nella misura in cui le paghiamo noi. E’ una questione di rispetto. Alle sagre è permessa qualsiasi cosa”. Ascom chiede all’amministrazione comunale di istituire un tavolo sulla questione per fissare alcune semplici regole, riassunte dalla direttrice dell’Ascom Maria Grazia Marangon: “Oltre al numero massimo di serate a Sottomarina – spiega – andrebbe fissato un numero massimo di posti a sedere per ogni stands e per ogni evento. Ovviamente non va permessa né la prenotazione, né l’asporto. La nostra non vuole essere una polemica, ma una critica costruttiva. La sagra del pesce andrebbe tutelata e protetta, ad esempio, con un marchio ad hoc e con una formula che permetta al centro storico di mostrare tutta la sua bellezza e non di essere semplicemente una grande cucina a cielo aperto. Il fatto che facciamo questo intervento a bocce ferme dimostra che non vogliamo semplicemente criticare, ma spronare tutte le parti in causa affinchè ci sia un dialogo proficuo che, ormai, non deve più essere rimandato”.

lunedì 21 luglio 2014

ULTIME NOVITA' SUL CASO DEL PESCHERECCIO GULLIVER

--> Dunque , dunque....il signor Roberto perini detto " tacca " ha aggredito fisicamente e verbalmente il sottoscritto, il 19 luglio scorso in quanto non mi sarei fatto i " c.... miei " allora per precisione di informazione CI hanno informato che le forze dell'ordine hanno sorpreso il peschereccio GULLIVER a pescare entro le tre miglia ALMENO quattro volte, anzi probabilmente sono ben SEI le volte che questo signore alla faccia delle istituzioni e dei suoi colleghi pescatori infrange le regole. COMUNQUE in settimana procederemo in capitaneria di porto per un ACCESSO agli atti nei quali formalizzeremo precisa richiesta su QUANTE VOLTE è stato fermato e più in precisione COME SONO STATI FORMALIZZATI I RICORSI, perché ci sono stati dei ricorsi e PERCHE' sono stati accolti. INOLTRE il signor Roberto Perini intrattiene rapporti STRETTI ( vacanze insieme, gite in barca ) con il signor L.F. rapporti, che da come CI RIFERISCONO ci sarebbero gli estremi ALMENO del conflitto di interessi. Come minimo ci sarebbe molto da dire sull'opportunità che CHI DEVE CONTROLLARE, ripetiamo chi deve CONTROLLARE faccia le vacanze assieme AL CONTROLLATO. A presto gli ulteriori " GUSTOSI " approfondimenti.

sabato 19 luglio 2014

TRAGICA FATALITA' AL PRONTO SOCCORSO - MUORE DONNA DI 56 ANNI SOFFOCATA DA UN PEZZO DI PANE IN GOLA

--> Tragica fatalità in pronto soccorso a Chioggia, venerdì pomeriggio una signora di soli 56 anni, ospite dell'istituto per anziani FELICE CASSON era stata portata al pronto soccorso di chioggia in seguito ad una caduta, dove le erano stati fatti i relativi accertamenti diagnostici ( i raggi) che erano risultati negativi. La signora in seguito si era sentita meglio, tanto che nell'attesa dell'ambulanza che l'avrebbe dovuta riportare all'istituto ha chiesto di mangiare. Purtroppo durante il pasto ha iniziato a sentirsi male, i sanitari del 118 sono intervenuti tempestivamente riuscendo anche nelle manovre ad estrarre un pezzo di pane ma non sono riusciti a salvarle la vita. La morte è sopraggiunta per arresto cardi-circolatorio,si tratta di una morte naturale, del tutto imprevedibile, che ha lasciato tutti basiti anche per il fatto che era una persona giovane e autonoma.