mercoledì 20 agosto 2014

CONDOMINIO ATER DI CAVANELLA: SE VUOLE L'ASCENSORE DEVE PAGARSELO


--> “ Mi chiamo Claudia Carisi, ho 33 anni, sono madre di tre bambini, di cui due con problemi importanti, sono stata colpita da un grosso problema di salute tra pochi giorni dovrò sottopormi ad un rischioso intervento ma non possiamo utilizzare l’ascensore perché la maggioranza dei condomini a deliberato di tenerlo chiuso “ Questa ,in sintesi, è la storia che ci racconta la signora Carisi assegnataria di un alloggio presso il nuovo condominio di Cavanella D’Adige consegnato due anni fa. In realtà, come la stessa Carisi ammette, si tratta di una vicenda molto più complessa, la decisione di chiudere l’ascensore è stata presa all’unanimità ( lei inclusa) degli inquilini per risparmiare sulle spese, inoltre, come ci confermano dallo stesso Ater gli assegnatari, avvalendosi di un loro diritto, si sono riuniti in “ autogestione” quindi, secondo la versione di alcuni di essi , se la Carisi necessità di utilizzare l’ascensore, nessuno glielo impedisce, però lo potrà fare per uso esclusivo ricevendone la chiave, accollandosi però le spese di manutenzioni e collaudi periodici. “ Non riesco più a fare le scale e mi deve portare a braccia il mio compagno, mi dicono che ho l’80% di probabilità di perdere il rene, non riesco a sobbarcarmi del costo di gestione dell’ascensore, io credo che il costo dovrebbe essere suddiviso tra tutti i condomini a termini di legge”. Dall’Ater ci gunge che la situazione è ben conosciuta e monitorata ma essendo l’ater solo un ente gestore in questo caso dove c’è una situazione di carattere sociale ed assistenziale sono altri i soggetti che dovrebbero cercare di risolvere il problema, in questo caso gli uffici sociali del comune. La soluzione più pratica potrebbe essere quella di cambiare alloggio, considerando anche una situazione di grave conflittualità con diverse denunce in corso tra condomini, a Chioggia c’è un altro condominio popolare magari c’è qualcuno che potrebbe avere interesse a spostarsi a Cavanella. Gli alloggi del condominio di Cavanella sono stati assegnati nel 2012 nella foto il giorno dell'inaugurazione

martedì 19 agosto 2014

BAMBINO DI SEI ANNI RISCHIA DI PERDERE UN DITO TAGLIANDOSI CON UNA SDRAIO

La foto si riferisce ad un diverso intervento in spiaggia --> Momenti di apprensione per i genitori di un bambino di circa sei anni che si è ferito al dito di una mano con uno sdraio, è successo lunedì mattina sulla spiaggia di Sottomarina. Immediato il soccorso professionale del bagnino della torretta numero sei, che in pochi momenti ha provveduto a pulire la ferita e ad applicare del ghiaccio consegnando ai sanitari del suem che nel frattempo erano sopraggiunti anche un pezzettino di dito che era stato tagliato, lasciando scoperto parte dell’osso. Il bambino, figlio di italiani, è stato accompagnato dalla nonna nella stessa ambulanza che ha trasportato entrambi presso l’ospedale di Chioggia dove ha subito un piccolo intervento di saturazione al dito. L’intervento , in perfetta sincronizzazione tra gli operatori di spiaggia e del personale del suem è stato rapido, grazie al sistema di riferimento fornito dalla numerazione delle torrette, tuttavia avrebbe potuto essere ancora più veloce in quanto il bambino era più spostato verso nord rispetto alla torretta nr sei che era stata segnalata telefonicamente al 118. “ E’ molto importante dare indicazioni precise quando si chiede soccorso, bisogna specificare bene qual’è la torretta più vicina, indicando anche tra quali postazioni dei bagnini si trova la persona da soccorrere in quanto tra una e l’altra c’è una distanza di 150 metri “ Ci spiegava un addetto del pronto soccorso " A volte, soprattutto nel caso degli annegati, la differenza tra il sopravvivere e non, può essere anche di pochi minuti, è per questo che è estremamente importante dare indicazioni precise.

lunedì 18 agosto 2014

UFO SOPRA IL CIELO DI CHIOGGIA?

--> Dunque, chiariamo subito: non abbiamo nessuna foto di questo presunto avvistamento, vi " giriamo " alcune testimonianze, la prima ci è arrivata da una dei nostri follower con un messaggio : " Scusami se ti disturbo ma ci sono delle luci strane nel cielo, tu sai qualche cosa? " il messaggio è delle 21.24 di domenica sera, proprio mentre partecipavamo all'evento organizzato dalla HP EVENTI in piazzetta Vigo, per inciso pensavamo che si riferisse ai fasci di luce dei fari della manifestazione. Daniele Zennaro, pubblicista da anni per la Nuova Venezia e altre pubblicazioni, la foto lo ritrae all'ultima manifestazione GIOCHI SULLA SABBIA dove ha fatto da speaker Alle 23.30 ci telefona l'amico Daniele Zennaro, giornalista della Nuova Venezia, persona notoriamente quadrata e molto precisa, ci chiede anche lui se sapevamo qualche cosa a proposito dell'avvistamento e ci descrive la seguente situazione: " Eravamo in spiaggia quando due oggetti luminosi, uno con luci rossa e azzurra l'altra bianca, hanno attraversato il cielo in direzione Nord Est ( vs la diga) procedevano parallele, poi hanno iniziato a fare delle evoluzioni, con accelerazioni impossibili per un elicottero e , per l'esperienza che ho anche per un aereo tradizionale, inoltre le luci non si accendevano e spegnevano come quelle degli aerei di linea, non c'ero solo io, ma eravamo almeno dieci che abbiamo osservato il fenomeno e mentre mi sono immesso nel lungo mare per tornare a casa ho notato più persone che indicavano il cielo con le dita. E' durato almeno 20 minuti, dalle 21.10 circa" Su facebook nel profilo dell'amico Marco Vianello, conferma l'avvistamento e nelle decine di interventi, molti confermano : "Cera in cielo delle luci che andavano in cerchio". Questo è quanto ci hanno fatto rilevare più persone, noi ovviamente non possiamo fare nessuna ipotesi, visto che non abbiamo potuto assistere ( mannaggia ) però il fatto CERTO è che decine e decine di persone hanno osservato questo fenomeno, diversi hanno anche provato a fotografare ma non sono riusciti ad ottenere immagini significative. Per il momento questo è tutto. INTERVISTA VIDEO A DANIELE ZENNARO UNO DEI TESTIMONI DELL'EVENTO - CI HANNO ANCHE INVIATO UNA FOTO CHE PROPONIAMO CON TUTTE LE CAUTELE E RISERVE POSSIBILI foto trattata da quella scattata da Davide Acccoto




NON ERANO DRONI - IL PARERE DI UN ESPERTO

domenica 17 agosto 2014

LA NOTTE DELLE STELLE - DALLE 21 IN PIAZZETTA VIGO

--> 7-08-2014 La notte delle stelle Chioggia, Ponte di Vigo - dalle ore 21.00 Nella suggestiva e spettacolare cornice del Ponte di Vigo si svolgerà un Fashion Show con le performance di bravissimi artisti, cantanti, spettacolari danzatori, e la sfilata di bellissime modelle e modelli. Durante la serata saranno premiati i cittadini che hanno saputo, grazie alle loro capacità, primeggiare nel loro campo e dare lustro alla città di Chioggia.

sabato 16 agosto 2014

TROMBA MARINA DAVANTI A SOTTOMARINA

--> Sembra proprio non avere fine questa estate " autunnale" dopo un ferragosto praticamente rovinato dal vento e da nuvoloni minacciosi non c'è stata speranza neppure per venerdì, come ciliegina sulla torta è comparsa anche una tromba marina. Avvistata al largo di sottomarina in direzione approssimativamente sud est un po' prima delle 10. Il fenomeno è durato pochi minuti ed è stato immediatamente ripreso e fotografato da più persone. " In questo periodo, come oggi praticamente, le ondate di aria fredda si scontrano con il mare che, malgrado tutto, è ancora caldo ( la temperatura del mare è più calda di tutto l'anno)e si creano dei contrasti violenti che danno luogo anche alle trombe marine. Sono fenomeni temporanei che durano pochi minuti, la pericolosità esiste solo per chi si avvicina troppo ma ovviamente se la vedi hai anche il tempo di allontanarti. Le trombe marine generano venti molto più deboli rispetto alle tromba d'aria" ci riferisce l'ingegner Luca Sassetto, appassionato ed esperto di metereologia. Scontata la coda di auto di turisti in uscita che si è formata poco tempo dopo. Un estate da dimenticare

venerdì 15 agosto 2014

mercoledì 13 agosto 2014

VIALE MEDITERRANEO FA IL PIENONE: SUCCESSONE DEI COMMERCIANTI E DEGLI ARTIGIANI CHE HANNO VOGLIA DI FARE

--> Gran pienone alla manifestazione di viale mediterraneo di martedì scorso organizzata da commercianti e artigiani del posto con la confesercenti, dai mercanti della serenissima con il patrocinio del comune di Chioggia. “ Ci sembra di poter dire che gli obiettivi di rilanciare il quartiere, di offrire un servizio ai turisti e ai residenti e , possibilmente, di rilanciare i consumi e l’occupazione siano stati raggiunti, è l’evidenza di serate come questa” Dichiarava ieri Stefano Cecconello, parrucchiere per signora, uno degli ideatori della manifestazione. “ Con un costo di circa mille euro a serata, auto tassandoci, siamo riusciti a portare migliaia di persone, certo c’è la crisi e non è facile ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti “ Evelin titolare negozio Spazio Bimbi. La manifestazione : “ Le serate del martedì sera” è alla seconda edizione ,nel palinstesto sono presenti a rotazione:artisti di strada, sfilate, musica con radio in diretta, dimostrazioni di scuole di ballo e cabaret