mercoledì 16 gennaio 2019

"OCEAN QUEEN 150" MISURA OLTRE 45 METRI, È LO YACHT PIÙ GRANDE MAI PARTORITO FINORA NEI CANTIERI NAVALI CHIOGGIA

I Cantieri Navali Chioggia con sede in Val da Rio hanno svelato la nuova imbarcazione di lusso sulla quale stanno lavorando. Si tratta di uno yacht da 45.7 metri, il più grande finora costruito dall'azienda clodiense, seguendo le indicazioni del cliente: ne ha dato notizia il magazine Boat International, la "bibbia" della nautica d'alto rango, specificando che la Ocean Queen 150 avrà come obiettivo il piacere anziché la capienza. Ampi spazi sul ponte, un vasto salone con aree da pranzo, lo yacht ideato dall'impresa dei fratelli Ballarin potrà ospitare 12 persone in sei cabine oltre all'equipaggio (previsto uno staff di nove persone) e ai suoi uffici. La progettazione degli interni è stata condivisa dallo studio veneziano Watermark Design, che ha scelto legno scuro, rivestimenti in pelle, superfici chiare nel pieno stile italiano. Vi sarà anche lo spazio per ospitare un gommone di 7 metri e fino a tre moto d'acqua: il natante sarà alimentato da due motori Caterpillar da 1650 cavalli, per raggiungere una velocità massima di 15.5 nodi e una velocità di crociera di 13 nodi.
Un altro passo avanti quindi per il brand chioggiotto, che da tempo si ripromette di "aggredire" il mercato degli yacht da 50 metri: dopo i successi di Genesia e l'entusiasmo della stessa Boat International, nel sito della rivista vengono annunciate ulteriori nuove produzioni di misura appena minore: l'Ocean King 110 (33.53 metri), l'Ocean King 100 Americana (30.94 metri, pronto nel 2020 ma già disponibile per la vendita), l'Ocean King 88 (26.6 metri, anche questo già nel mercato). All'interno dei Cantieri Navali Chioggia lavorano circa 40 dipendenti, che raddoppiano e anche triplicano -considerando l'indotto- in occasione di commesse importanti come queste.

TG AZZURRA: IN BICI INVESTE PEDONE SULLE STRISCE: IL CICLISTA IN PROGNOSI RISERVATA, FORSE UN ATTACCO DI EPILESSIA - EDIZIONE DI MERCOLEDÌ 16 GENNAIO 2019

Nel numero odierno:

- in bici investe pedone sulle strisce: il ciclista in prognosi riservata, forse un attacco di epilessia → l'articolo continua su questo link;

- falsi autocertificati per essere esenti dal ticket, a Chioggia la ULSS 3 sta inviando 723 contestazioni → l'articolo continua su questo link;

- si impossessa di una fune da ormeggio e non la restituisce dopo una settimana, ancora furti al Perotolo → l'articolo continua su questo link;

- da almeno un anno ossari al buio al cimitero di Chioggia, sono quelli alimentati da pannelli fotovoltaici → l'articolo continua su questo link;

- meteo Brollo: duella odierna è l’ultima giornata sicuramente soleggiata (e con temperature alte) prima del cambiamento, quasi certo, che avverrà da domani sera e venerdì, quando l’entrata di perturbazioni atlantiche scalzerà una siccità bimestrale. Non verrà inizialmente scaricata una grande quantità di precipitazioni, le quali saranno più incisive da lunedì e martedì prossimi.

IN BICI INVESTE PEDONE SULLE STRISCE: IL CICLISTA IN PROGNOSI RISERVATA, FORSE UN ATTACCO DI EPILESSIA

Un incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio poco prima delle ore 17.30 in viale Mediterraneo a Sottomarina, nei pressi del bivio con via Celsi. Un ciclista di 57 anni, forse colpito da una crisi epilettica, ha investito un pedone mentre costui stava attraversando regolarmente sulle strisce: nell’urto il pedone è rimasto praticamente illeso, mentre le conseguenze peggiori sono per il ciclista, che è caduto a terra procurandosi un trauma cranico. L’uomo è ricoverato al vicino ospedale con prognosi riservata, mentre la sua bicicletta è sotto sequestro da parte della polizia locale: il mezzo è dotato di regolari fanali d’illuminazione, quindi l’ipotesi più probabile concerne appunto un fattore patologico che in quel momento ha obnubilato le facoltà visive del malcapitato.