mercoledì 12 gennaio 2011

CHIOGGIA AZZURRA cresce

CHIOGGI AZZURRA cresce
da sinistra:Franco Fabris,Andrea varagnolo,Luca Rossetti,Andrea Comparato,Massimo Tommasini,Ferruccio Lorenzutti



Ciao a tutti, sono Franco Fabris. Da un po’ di tempo tengo d’occhio il blog Chioggia azzurra per le valide tematiche che propone e per la libertà di pensiero che promuove. Inizialmente mi sono avvicinato a leggere i post pubblicati nel sito con un po’ di diffidenza visto che pensavo di essere innanzi alla solita proposta politica volta alla crescita individuale, non certo collettiva. Collegandomi, quasi quotidianamente, al sito per aggiornarmi sulla situazione politica della città, per un periodo il sito Chioggia azzurra è stato,infatti, l’unico che cercava di rendere pubbliche le “magagne” che accadevano nei corridoi del comune, mi son dovuto ricredere. Oggi posso ben dire che Chioggia azzurra rappresenta una forma di democrazia visibile, quello che in poche parole vogliono e ci chiedono i nostri cittadini. Per democrazia visibile intendo una democrazia intesa come potere pubblico in pubblico in cui si cerca di pensare ed agire per il bene pubblico non certo per quello individuale. Visti i numerosi contatti che il sito ha avuto nell’ultimo tempo è chiaro che abbiamo pensato di metterci a servizio della nostra città con la creazione di una lista civica. Certo, qualcuno starà già pensando, tra sé e sé, che siamo innanzi all’ennesima lista civica volta a proteggere chi o che cosa. Non è così!. La lista civica Chioggia azzurra si contraddistingue dalle altre che stanno nascendo in città per il modo diverso che ha di intendere e gestire la politica. Fino ad ora le liste che si sono annunciate alla città sono liste “salvagente”, ovvero liste che vanno a coprire o, in certi casi, a riproporre politici che hanno già in passato, più o meno remoto, ricoperto incarichi chi positivi chi negativi. Non è rilevante giudicare in questo momento i mandati precedenti poiché quello che realmente conta è il ricambio generazionale. La lista civica Chioggia azzurra si sta formando proprio ora mentre anche tu stai leggendo queste righe. L’idea è quella di proporre figure, giovani soprattutto, che, al di là delle idee in loro possesso, vogliano impegnarsi per far crescere la propria città che vive da troppo tempo una situazione di degrado. Noi vogliamo in primis modificare il modo di fare politica che è alla base di tutti i programmi elettorali che andrete a leggere in questa campagna elettorale. Troppe volte ho visto giovani che volevano mettersi al servizio della città bloccati dalle strategie di partito che il più delle volte si sono rivelate infelici. E’ d’obbligo superare tutto ciò e proporre un menù diverso dalla solita minestra riscaldata e surriscaldata. Non sarà facile, ma dalla nostra c’è un entusiasmo di fondo che, oltre a portare una ventata di divertimento e ottimismo, ci aiuterà in questi mesi che risultano cruciali per il futuro della nostra città.
Franco Fabris




16 commenti:

  1. ...in effetti cominciano a girare per piazza strani personaggi con la faccia "pittata di blu".
    Se li vedete chiamate il 112 o il 113 e chiudetevi in casa

    RispondiElimina
  2. Indipendentemente se questo post venga o meno pubblicato, mi piacerebbe venisse informato l’ingenuo Fabris sul fatto che avrebbe un obbligo morale e professionale – vista l’aspirazione a diventare giornalista - di verificare con obiettività l’origine dei diversi attacchi, delle varie veline, degli schizzi e schizzetti di fango visti e rivisti in questi mesi nel blog. Non vedere, caro Fabris, il candore che non c’è. Cerca di leggere dietro le righe e cerca di interpretare il perché di ogni cosa. Cerca di essere certo che Comparato - forse in buona fede – non sia manovrato o comunque istigato da qualcuno di più malizioso ed esperto. Ai tempi bui della prima Repubblica si parlava di Grande Vecchio. Anche qui, a Chioggia, abbiamo un grande vecchio. Un volpone della prima ora, la cui scorza è stata indurita da qualche provvedimento giudiziario nella tangentopoli veneta; fine conoscitore dei meccanismi amministrativi, specialmente e soprattutto nel settore dell’urbanistica e dell’organizzazione del territorio, che ben sa gestire, insieme alla sua cricca di professionisti (molti pluri inquisiti), alcuni dei quali ottimamente collocati in posti chiave (vedi Sovrintendenza, Regione, ecc.). Il grande vecio che ha fatto in modo di scalzare Romano Tiozzo dallo scranno di sindaco, spezzando in due il Pdl per ricavarne una sorta di personal company da impiegare ai fini “commerciali” per ipotecare quantomento il prossimo assessorato all’urbnistica. Apri gli ochi, caro fabris e leggi tra le righe. A volte non tutte le strisce blu sono quelle degli indiani. A volte sono quelle che indicano i posteggi “a pagamento”….. Sveglia

    RispondiElimina
  3. caro andrea , in questi giorni si sta parlando di parentopoli in ACTV e in Regione del veneto . Perche' non guardiamo in casa nostra , vedi per esempio SST dove c'e con un contratto a progetto il figlio del Geom. dell'ufficio Patrimonio del Comune di Chioggia un certo mister Demanio . Che verrà assunto senza concorso ....Mi domando ? Ma perche' di questo non ne parli . Non parli dell'impiegata che per Mobilità e' passata dalla Camera di Commercio di Chioggia a lavorare in comune in barba a tutti i concorsi !!! Questa figlia di un certo Penzo ora dell'UDC e prima della Margherita ,,,parente di un ex assessore e zio del tuo amico presidente dell'IPAB . Perche' non ne parli ...Noi che abbiamo fatto concorsi e siamo a casa senza lavoro ...veniamo beffatti da questa sporca politica chioggiotta . Fallo per noi ..parla di questo

    RispondiElimina
  4. Venanzio Flavio, Proconsole12 gennaio 2011 23:44

    Potete inviarmi qualche dettaglio a: venanzioflavio@yahoo.it

    Venanzio Flavio

    RispondiElimina
  5. Alla faccia della censura, ma quanti post scomodi non pubblicate! Peggio della Russia dei bei tempi. complimenti.
    E' questa la ventata di novità, la pulizia, la democrazia. vergognatevi

    RispondiElimina
  6. Fabris ha capito che tutta questa manfrina serve solo a dare un pò più chances al solo Comparato di ottenere un posto in consiglio comunale? (che non ha, come noto, altra occupazione) state faticando per lui. altro che per la città. Illusi

    RispondiElimina
  7. Comparato tornerà a prendersi per la terza volta il suo posto in consiglio non è vero che non ho occupazione sono specializzato in disinfestazione scarafaggi a due gambe,mi sembra che i risultati siano buoni,o no??

    RispondiElimina
  8. Egregio Anonimo (dottore? Ex-sindaco frustrato dalle delusioni?),
    mi fa piacere constatare che anche tu sei diventato un frequentatore del blog CHIOGGIA AZZURRA! Dal tuo intervento mi sa tanto che NON è la prima volta che scrivi senza firmarti, e sai benissimo a cosa mi riferisco.

    ….” Ti piacerebbe che “ l’ingenuo Fabris” venisse informato…beh, cosa vuoi, ognuno esercita le sue capacità, io in questo blog le esercito in un certo modo e lascio il giudizio ai cittadini….tu,egregio ex sindaco, le hai esercitate con una ragazzetta con l’unico scopo di non fare eleggere LUCIO TIOZZO alle regionali scorse… a no scusa, era per lanciare un segnale di discontinuità, ma ora tu con la tua “ democratica” cosa stai facendo?
    Dai un segnale di discontinuità???

    ….” Comparato manovrato,grazie per il “forse in buona fede” …si imbriglia la bora???? Forse che ho dato dimostrazione di essere subordinato a qualcuno??? Romano Tiozzo Pagio, l’ho CACCIATO io, a calci nel sedere, grazie a Brunetto, Aprile e tutti gli altri ma quello che si è mosso per primo è il sottoscritto.
    Tantissime sono state le occasioni in cui ho dimostrato di non avere CAPI (a parte moglie e due figlie)

    Insomma, scusami, sei proprio sempre stonato, non riesci a capire quando è il momento giusto ti metti a scimmiottare Berlusconi con i manifesti 6X3,volevi fare il deputato (peccato che lo volevi solo tu) ora blateri di liste civiche e invece di essere propositivo, vieni qui a criticare me e Fabris??? Peraltro senza firmarti e ti fai anche scoprire???

    Cerca di capire il momento, è un’altra situazione, è cambiato tutto, permettimi un consiglio, contro gli interessi del centro destra, fatti in parte, hai parlato tante volte di lasciare spazio ai giovani, bravo, dimostralo e fai andare in lista con il PD la ragazzetta e falla eleggere allora sì dimostrerai che non sei tu chi (cerca) di manovrare gli ingenui.

    Viral Comp

    RispondiElimina
  9. Comparato, non fare il permaloso. Questi sono i pericoli di un blog. Se non ti piacciono le critiche, cambia modo di farti pubblicità elettorale...

    RispondiElimina
  10. mi sembra di vedere l'armata Brancaleone.
    Ah! un consiglio ad Andrea fatti un bel corso di italiano scritto e parlato. Ragazzi miei rasentate il ridicolo. Andrea ti ho votato la scorsa legislatura ma mi pento amaramente considerato soprattutto come hai trattato il sindaco della tua coalizione. Come ci si può fidare di uno come te, dal non comprerei neanche una bici usata. Probabilmente non sarò pubblicato cmq Andrea è giusto che tu sappia che non avrai mai più il mio voto e quello della mia famiglia.

    RispondiElimina
  11. vedremo ........ a tutti i politici stipendi operai per cominciare basta con il teatrino se si sentono di aministrare. sarebbe un bellissimo esempio trasparenza . idea molto bella e democratica complimenti ciaooooo

    RispondiElimina
  12. non sono permaloso,mi sto divertendo da matti,i voti non si prendono per il blog oppure perché compari sul giornale è un mix di tutto,soprattutto del comportamento che hai avuto con le persone,è QUELLO che fa,probabilmente prendere voti.

    La lista civica CHIOGGIA AZZURRA NON è un tatticismo alla Fortunato Guarnieri,Comparato Andrea non è il candidato sindaco,anche oggi ho chiesto a persone di entrare o nel PDL o nella CIVICA,sono tutte persone che mi stimo e che mi stimano e sono voti che NON PRENDERO' IO!!!! ma non mi interessa, premesso che sono convinto di essere rieletto ugualmente,ma sono sicuro che questo movimento che sta partendo non si fermerà solo a Chioggia,io ho avuto solo la fortuna di catalizzare energie,doti,speranze che già c'erano.
    E' un'esperienza entusiasmante della quale ringrazio il Signore che ancora una volta mi dà delle possibilità che tanti altri non hanno.
    Le critiche,le lettere anonime,le cattiverie non mi toccano.

    ( Ribadisco che vado sempre dal solito spacciatore non ho cambiato)

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  13. paga da operai o solo incarico per pura passione politica? ho visto qualche commento da qualche parte che proponeva tutto questo.Speriamo per la città e per lo sviluppo altrimenti ve ne accorgerete: l'urlo non lo sentite Voi ma è nell'aria!!
    Riguardo il commento di Giovanni mmmmmmmm ne avrei da dire ma, aspetto anch'io Risposte da Andrea visto che almeno lui, unico tra tutti i pdl ha avuto la coerenza morale di esporsi personalmente su questo blog e non solo prendendosi denuce ecc per aver postato certe vicende,e fatti che nessuno degli altri pdl lo ha fatto; per questo io ed altri voteremo Andrea e speriamo Tesserin. Altri candidati non voteremo perchè: sono stati provati, sono stati giudicati e sono stati trovati MANCANTI!!!!

    RispondiElimina
  14. Venanzio Flavio, Proconsole13 gennaio 2011 20:08

    I commenti apparsi in reazione all’iniziativa di Andrea, sostanzialmente provengono da due schieramenti: il primo, apparentemente di ispirazione del cenacolo di un ex Sindaco di Adria; il secondo, sommatoria del quoziente intellettuale dei mutilati di guerra (anzi, grandi invalidi) della “INVENCIBLE ARMADA” del beato ROMANO.
    Ad entrambi si ricorda:
    1) Andrea è stato come Davide che sconfisse Golia (in questo caso il beato Romano, un “gigante” però più largo che alto); o forse è il caso di ricorrere a quell’episodio dell’Odissea, quando Ulisse accecò l’unico occhio di Polifemo, laddove Andrea ha infilato “a’ potrela” in quell’altro e triste orifizio deputato ad altra meno nobile ma comunque essenziale funzione, ed “a freddo” (la conferma deriva dal modo con cui il destinatario tutt’ora cammina “a gambe arghe”, sebbene sforzandosi di dissimulare la sofferenza, e i suoi schiavetti di non rilevarla, lieti di non condividerla);
    2) Andrea non ricopriva alcuna “carega”, ed ha rinunciato (in senso ampio, comprensivo dell’amico Cina Aprile e del caro Prof. Brunetto) a qualsiasi offerta formulatagli, pure al rialzo, negli ultimi momenti di vita tentacolare dell’ameba sindaco;
    3) Dite se Andrea ha profittato, distratto o sottratto di un solo centesimo in danno della cassa pubblica, o altra utilità;
    4) Il post qui giunto dalla corrente del Delta consegna – come ebbi modo di rilevare tempo fa – l’esistenza della concezione ispirata alla primitiva idea del “complotto”, quale chiave di interpretazione della realtà politica, con la sola innovazione non di indicare la suocera, o il cognato, ma di essere comunque “manovrato ed istigato” da un terzo, però, e questa è la novità, in “in buona fede”. Difficile come l’assenza dell’elemento intenzionale (che l’avv. Aniello La Pippa oppure il Decano Giurista di Chioggia chiamerebbero il “dolo specifico”) possa condurre e realizzare il risultato delineato dalla Volpe di Piantamelon, che ha il solo pregio di non invocare, per il momento, “il malocchio”.
    5) Le strisce blu. Queste di Andrea non sono in vendita, e non arrecano nessun costo alla collettività. Per contro, ho avuto una visione laddove un prossimo candidato sindaco storicamente di area progressista e polemista acerrimo, stamperà il suo “santino” elettorale sul modulo di una cambiale, per ricordare all’elettore il debito – individuale e collettivo - che dovrà pagare.
    6) Quanto ad Abramo – Romano (che pare scontato sacrificherà Isacco – Maci, disattendendo stavolta pure l’Antico Testamento): CHI LO FINANZIERA’ ORA? Sinora incontra solo promesse: e questo è l’indice delle sue quotazioni sul mercato, in specie quello “marinante”.
    7) Andrea come Brancaleone? Non è male, poiché vi rinnoverà la fine dell’armata di Pietro l’Eremita (a proposito, come veniva appellata la sua truppa, e come verrà denominata la vostra? Dei miliardari?), senza la gloria di incontrare un solo turco selgiuchido.
    8) I vostri bassi intestini da “sans-culottes”, appesantiti dal lungo e forzato digiuno, non riescono a produrre fiele contro i soggetti che si sono uniti per l’avvio della lista: evidentemente di fronte alla loro personalità non potrete offrire altro se non la viltà dell’ingiuria gratuita. Compreso l’invito rivolto a studiare gli annales della storia (politica) di Chioggia): non bastano vent’anni, sono sufficienti venti secondi, purché ci si turi il naso.

    Venanzio Flavio

    RispondiElimina
  15. aneddoti molto interessanti,sulla vita socio politico culturale della citta' di Chioggia.
    Sarebbero da approfondire, ma già il fatto che compaiano questi riporti, è positivo.Se poi andranno approfonditi e verificati, lasciamolo a chi di dovere.
    Almeno speriamo che cio' avvenga.

    RispondiElimina
  16. al " amico" che dice che non comprerebbe una bicicletta,non credo alle parole che scrivi,penso che sei uno dei lecchini del panson,cmq se effettivamente tu fossi stato un mio elettore sappi che sono ORGOGLIOSO di averlo CACCIATO e l'ho fatto perché continuava a fare solo DANNI e MARCHETTE per i suoi amici di Padova.
    Si presume a MAGGIO si tornerà al giudizio dell'elettorato,è QUELLO che interessa a me.

    Guarda che dalla "lista" di Romano cominciano già a fuggire

    RispondiElimina