giovedì 7 novembre 2013

ANCHE UNION CATERING ( VALLI) COSTRETTA A LICENZIARE IL PERSONALE


--> In questo mare magnum di cattive notizie sta iniziando l'odissea di altri lavoratori purtroppo questa volta tocca ad un'azienda locale, la UNION CATERING di Valli di Chioggia costretta a ridurre il personale , dalle notizie che abbiamo, di ben sei unità su otto, posto che non si sa bene anche per i due " superstiti " che aria tira, oltre al personale dipendente ci sono ovviamente anche i rappresentanti. Sapevamo che l'azienda era in difficoltà, perché si sono sempre comportati correttamente sia con i dipendenti che con il clienti, ci racconta una fonte molto vicina all'azienda, si sapeva che ci sarebbe stata una riduzione di personale non si pensava così importante visto che i dipendenti che rimarranno a casa sarebbero in tutto otto più i rappresentanti.
  Ovviamente tutte persone che si trovano già in difficoltà con i problemi di tutti : bollette da pagare, mutuo e tutto il seguito. L'UNION CATERING è una ditta specializzata da oltre 30 anni nella distribuzione di alimenti e bevande che opera tutt'ora non solo a Chioggia ma in una vasta area che comprende anche zone di Padova, Venezia e Rovigo e occasionalmente un po' dappertutto con forniture a istituti di riposo, locali, persino la consegna ai pescherecci della flotta chioggiotta e ai burci. Si spera che da questa drastica razionalizzazione, purtroppo in generale si chiama così la perdita di posti di lavoro, questa azienda che si è sempre comportata correttamente e che sicuramente è costretta a queste pesanti decisioni a fronte di questa drammatica crisi economica possa riuscire ad un rilancio e a riassumere almeno una parte di questi dipendenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.