sabato 2 aprile 2011

CASSON OSTAGGIO DEL PARTITO DEMOCRATICO

Dai che ve l'ho quasi fatta..

COMUNICATO STAMPA
CASSON OSTAGGIO DEL PD!
“Se impostiamo la campagna elettorale attaccando il candidato sindaco del centro-sinistra Giuseppe Casson per i suoi trascorsi con Romano Tiozzo, la strada verso la vittoria si fa in salita”.L’unica certezza attualmente in mano alla coalizione del centro-sinistra è il candidato sindaco. Una storia che abbiamo già visto quattro anni fa con il centro-destra. Anche Romano Tiozzo era visto come “il Messia” della situazione, il salvatore della patria dal pericolo rosso. Sappiamo tutti come andò a finire. Romano vinse contro Lucio Tiozzo, non l’ultimo arrivato, ma la coalizione ampia a cui diede vita lo mandò a casa prima del previsto. Analizzando la creatura messa in piedi da Lucio Tiozzo, il quale dopo la sonora batosta del 2007 preferisce per ora non esporsi in prima persona, le somiglianze con la storia di Romano ci sono. Per salvare la faccia ci si affida ad una persona ben voluta in città e si costruisce un’alleanza simile ad un minestrone. Un’alleanza in cui lo scudo crociato rappresentato da Udc e Dc va a braccetto con il garofano del partito socialista. Simili termini ci riportano con la mente indietro di 30 anni quando questi due simboli governavano l’Italia. Le ultime nuove entrate, Forza Marina e la stessa Dc, testimoniano come tutti quanti non attendono altro che salire sul carro del possibile vincitore che ricordiamo non sarà Giuseppe Casson, ma il Partito democratico con il suo gruppo dirigenziale. Chiamare ala moderata oppure terzo polo la creatura messa in piedi dal partito democratico non è altro che un modo per confondere ancora di più le idee ai cittadini chioggiotti. Il nostro candidato sindaco Beniamino Boscolo Capon ben ha ricordato che bisogna creare una coalizione che abbia lo scopo di governare bene la città. Piuttosto che allargare coalizioni che dal punto di vista pratico non possono far altro che litigare al loro interno è meglio correre con un gruppo di persone che possano garantire il governo della città. Il sindaco può essere la persona più valida e con più valori possibili, ma se alla base c’è un gruppo dirigente che la città di Chioggia ha già bocciato nel 2007 non si va veramente da nessuna parte.
Franco Fabris
Portavoce Chioggia Azzurra

33 commenti:

  1. Complimenti dell'articolo Fabris......grande analisi politica, lucida, competente.....peccato che il mondo cattolico e riformista moderato ha governato l'Italia per tanto tempo....e piu' tempo passa piu' gente, rimpiange, a torto o ragione, quel periodo. Pensare che Beniamino Boscolo rappresenti un gruppo coeso e con futuro, la racconta lunga sulla sua capacità di analisi politica......Convento, Romaniani, gruppo Teso, docet

    RispondiElimina
  2. Buonasera cari amici da Andrea Varagnolo,
    Oggi Chioggia Azzurra era presente numerosa in Piazza a Chioggia con un gazebo per informare i cittadini sulle imminenti elezioni comunali. Ebbene anche oggi alcune persone incuriosite si sono avvicinate per chiedere il significato delle emblemematiche strisce blu che dipingono le nostre facce. Allora bisogna ammettere che questa intuizione del nostro capolista Comparato è andata oltre le più rosee previsioni, cioè riesce a comunicare la nostra novità e riesce ad attirare l'attenzione delle persone.
    Pertanto la sfida rimane aperta. ovvero quale sarà il significato delle misteriose strisce blu che con disinvoltura portano gli Azzurri;
    Chioggia? A ciascuno la sua personale interpretazione!
    ho uno spritz in sospeso con VecchioCuore: 3294614990 mio cell.

    RispondiElimina
  3. Non c' è che dire: e' proprio una gran bella compagnia. Gente che baruffava attaccando la giunta. La Giunta che difendeva l' esterno ma purtroppo anche l' interno (senza riuscirci).
    A Novembre l' autodistruzione. Tutto da rifare. Altro giro altra corsa: inizia un nuovo gioco.
    Un giro di ruota , et voilà, le Jeux son Faits.
    Si, i giochi son fatti, e dalle carte mischiate, ecco una nuova proposta amministrativa che vede riuniti i nemici di ieri, oggi amici.Una spruzzatina di DC, un po di nuovi garofani, un po' di liste che non guastano mai, sfruttamento del blasone familiare di un amatissimo medico, pronti, a tavola:son serviti il nuovo sindaco e la nuova Giunta . La città di Chioggia , puo' tirare un sospiro di sollievo. I guai son finiti (!!! ??? !!!).
    Tutti questi riciclati,gira e rigira son sempre gli stessi riuniti,(falliti nel 2010 o l' altro ieri nel 2007) riusciranno a riportare a galla la barca affondata di nome Chioggia?
    Fiduciosi, rimarremo in balia degli eventi.

    RispondiElimina
  4. Comunque l'unica spiegazione per le strisce blu è che chi vuole parcheggiarvi la macchina sopra la faccia deve provvedere a pagare il ticket al parcometro....

    RispondiElimina
  5. Eneus Domitius Ulpianus4 aprile 2011 18:51

    Domenica mattina ho visto tutti gli schieramenti sentirsi già in pectore vincitori e promettere a tutti il di più.
    CRAS DO HODIE, SIC NEGO COTIDIE!!!
    Questa è la verità.

    RispondiElimina
  6. che qualche unto del Signore si sia messo a promettere da un pezzo non ci sono dubbi, ma ti assicuro che più di qualcuno è nella più grande incertezza anche se ostenta il contrario.

    hasta la vista

    RispondiElimina
  7. vecchio cuore4 aprile 2011 19:50

    Caro eneus, interessante il tuo uso della Lingua dei Padri per esprimere un concetto che forse andrebbe espresso con minore classe, quantomeno per adeguarsi alla cialtronaggine di coloro che sono soliti comportarsi così. Ma non sarebbe meglio dirlo anche in italico così lo capiscono tutti? Non vorrei essere io a fare la traduzione, per non mancare nei tuoi confronti.

    RispondiElimina
  8. Credo che nonostante i vostri buoni propositi, la vostra lista, che si vuol distinguere con Comparato stesso dal PDL,
    Credo che il fuggi fuggi da questo partito, di cui gli ulimi esempi sono Convento, ma anche lo stesso Comparato con la sua creatura azzurra, mettano la parola fine.
    Non c' è piu' niente da dire, come infatti fanno Tesserin e gli altri big (se son rimasti, ovviamente): tutti tacciono.
    E che cos' altro possono fare? Niente.
    Sono rimasti in tre gatti a consegnare ogni importanza a Lega o al PD o a chissà chi.
    Dobbiamo rassegnarci. La futura Amministrazione vedrà recitare gli stesi attori finiti male ieri. Riciclati, magari condizionati dagli altri, ma sempre a dirigere assessorati e posti di sottobosco, con ruffiani ed opportunisti ad imperversare.
    Già fioccano i soliti proclami: movida, lavoro, economia, ambiente, e posti sicuri in paradiso (ai loro sostenitori, e naturalmente, in primis alle speranze dei giovani disoccupati)
    La prospettiva all' orizzonte è questa, ed è una certezza che si consolida ogni giorno sempre piu', anche grazie ai silenzi e all' inerzia di cio' che resta del PDL .
    E vedendo gli stessi personaggi che ieri hanno determinato il blocco e lo sprofondamento della nostra bella città, non si puo' certo stare allegri, come lo son loro. Infatti per loro non cambia granchè, a parte l'origine ideologica. Ma questo è un dettaglio del tutto trascurabile.
    Peccato che i commissari prefettizi se ne andranno per lasciare il posto a sta gente.
    Cari azzurri Sioux, potete sotterrare l' ascia di guerra (quella politica): come le altre tribu' ci state prendendo in giro.
    Non cambia nulla. Il sistema produce sempre gli stessi risultati anche mischiando le carte dei politici: La musica rimane invariata, come la delusione di chi deve purtroppo subirla passivo.

    RispondiElimina
  9. Eneus Domitius Ulpianus5 aprile 2011 12:04

    Per Vecchio Cuore.
    Avresti potuto benissimo tradurre tu, comunque:
    Trad. it.:
    I favori li concedeo domani, non oggi.
    Trad. cios.:
    In culo ti lo à ciapào!!

    Clodiensi saluti.

    RispondiElimina
  10. vecchio cuore5 aprile 2011 16:30

    Caro Eneus, diciamo che pur nelle mille sfumature e reconditi significati che si potevano intuire nella frase latina la traduzione che più si adatta al senso è quella mirabilmente proposta in ciosoto. Hai visto mai che abbiamo la fortuna, senza saperlo, di parlare, oltre che l'italico, anche un'altra lingua altrettanto espressiva se non di più?

    RispondiElimina
  11. Sto blog, sarà pure espressione comune e possibile a tutti, ma di sicuro serve al suo creatore per catalizzare attenzione in funzione dei voti che potrà ricevere.
    Cosi' , conferma che il primo a lasciare il PDL è stato proprio il fondatore di Chioggia Azzurra.
    E' il caso di porre alle camere la questione dell' attribuzione del conflitto di competenza parimenti a cio' che succede a Berlusconi?
    Beh, veramente questa è una battutaccia che non serve a niente. Ma offre un po' di color azzurro, tanto per restare in tema.

    RispondiElimina
  12. Eneus Domitius Ulpianus5 aprile 2011 18:05

    Vecchio Cuore la natia nostra lingua di certo è meno tecnica di quella dei "Padri", ma certamente è più diretta.
    Ciao.

    RispondiElimina
  13. Venanzio Flavio, proconsole5 aprile 2011 19:43

    Domenica sono stato alla presentazione del candidato Sindaco del cartello di centro sinistra, ovvero il valoroso e caro collega Beppino “Budino” Casson. Se non fosse stato per il sapore di vittoria che aleggiava nella sala (il sorriso di Lucio Tiozzo rievocava il vecchio “logo” della Cassa di Risparmio di Venezia), sembrava di essere ad una convention della Lacoste, essendo detta griffe ormai assunta a divisa d’ordinanza del militante trinariciuto del terzo millennio.
    Il Sig. Segretario Provinciale, anch’egli intervenuto, ha pronunciato un discorso, che ricalcava per il 99 per cento quello già ripetuto in occasione della sua precedente visita pastorale dello scorso inverno – ricordate quella novella del frate che conosceva una sola predica? - e Budino lo ascoltava sommessamente, con il capo reclinato, quale il chierico di fronte all’ordinante.
    Attualmente il pactum sceleris, con la sua articolazione della conseguenziale inspectio analis (a freddo) dell’ingenuus elettore, non si è ancora integralmente consumato, sicché non licet tacciare di doloso inadempimento gli odierni attori; essi si presentano semmai come grilli che balzano di fronte all’incessante procedere dell’aratro decisionale.
    Fonti bene informate (si dice così?) assicuravano la presenza inaugurale dell’eburneo avv. Bergamo; altri affermavano di averlo visto giungere e scendere a Vigo, ma stava cercando il Maci, sebbene non si conoscesse - o si volesse rivelare - per quale esatto motivo.
    “Vi darò tutto, purché non mi chiediate nulla.”: questo che abbiamo ieri visto, nei diversi riti, è l’introibo all’agone; non possiamo ancora affermare con Paolo “si dolo malo aut fraudandi causa coita sit, ipso iure nullius momenti est [quia fides bona contraria est fraudi et dolo]”, dovendo attendere il necessario procedere e le scontate condotte per quindi potere eleggere “el ciavà in culo da seno”.

    Venanzio Flavio

    RispondiElimina
  14. Un bacio e tutti e ci si legge tra una settimana circa. Come sai sono in ospedale ci sentiamo poi

    RispondiElimina
  15. E' tutto perso.
    Prossimo Sindaco Giuseppe Casson, supportato da PD e riciclati dell' UDC,CL,Garofani nuovi di plastica, biancoscudati.
    Per tutti gli altri:opposizione o a casa.
    Non ce n'è piu' per nessuno.
    Questa è la buona minestra per Chioggia da Maggio in poi.

    RispondiElimina
  16. Risposta all'intervento anonimo del 6 aprile 2011 delle ore 5:28 .

    Abbattersi prima della competizione elettorale è controproducente ed induce allo sconforto ed all'abbandono del campo da parte dei sostenitori più convinti .
    Se ora la situazione non appare rosea , bisogna non confondere il clima artificioso creato da una propaganda aggressiva e trionfalistica portata avanti di sostenitori di Casson per indurre immediatamente alla resa gli avversari politici dalla difficoltà incontrata finora dalla coalizione di Beniamino di preparare le liste elettorali tenendo conto di due fatti importanti :
    1) la caduta della Giunta di Romano Tiozzo è stato un evento traumatico per l'elettorato di centrodestra anche se molti non erano contenti del suo modo di amministrare ;
    2) l'abbandono del PDL dei sostenitori di Romano per accasarsi in altre coalizioni nella speranza di trovare un posto al sole .
    Ora è il momento di fare quadrato attorno a Beniamino per dimostrare che è una squadra compatta e che intende unitariamente affrontare la campagna elettorale con persone che riconoscono che la caduta di Romano è stata la logica conseguenza di un atteggiamento personalistico nella gestione della Pubblica Amministrazione che aveva come unico obiettivo il far emergere solo la sua persona a scapito dei Partiti e dei Consiglieri Comunali della sua maggioranza .
    Bisogna evitare ogni forma di lotta interna per accappararsi qualche preferenza in più ; bisogna trovare preferenze e consensi elettorali presso qualla fetta di elettorato di indecisi o delusi attraverso comportamenti seri e rispettosi gli uni degli altri , il tutto coordinato da un vero e realistico programma elettorale che partendo dalle difficoltà presenti sia capace di indicare le soluzioni per dare un futuro positivo alla nostra Città .

    Brunetto Mantovan
    Chioggia , 6 aprile 2011

    RispondiElimina
  17. La cosa che mi fa più ridere è il sapere che tanti elettori del PD voteranno per questa lista civica...ahahahahah
    vi attaccheranno da dentro e vi faranno cadere per l'ennesima volta!

    Adoro venanzio perchè scrive e almeno il 99% divoi non capisce nulla! ad iniziare dal proprietario del blog che pare avere grosse difficoltà con l'italica lingua...

    La cosa più obiettiva l'ha detta Sigfried Rock nel primo post,comunque!
    Adieu

    RispondiElimina
  18. Tra un po' arrivera' il momento in cui la politica diventa matematica,o meglio la conta dei voti.Ricordiamoci che per Chioggia 52 mila abitanti la legge elettorale stabilisce 24 consiglieri "6 di meno delle precedenti elezioni" e calcolando che 43 mila hanno diritto di voto, per essere eletto consigliere sembra ci vogliano un migliaio di voti "è corretto?"da ricordare che alle precedenti elezioni circa 4 mila persone non hanno votato.Se questa realta' dei numeri è corretta,per il 99% dei candidati nelle liste elettorali,la carriera politica è gia' finita prima di iniziare! Ola'.

    RispondiElimina
  19. vecchio cuore7 aprile 2011 09:27

    Caro anonimo mattutino di oggi, segnati queste tue previsioni e confrontale dopo con i risultati reali. Vedrai che sono sbagliate; secondo me ne bastano meno, anche se chiaramente ne serviranno più di quelli che sono stati necessari per entrare in Consiglio l'ultima volta. Comunque concordo che per molti candidati probabilmente la loro carriera politica (se così si può definire) questa volta è giunta al traguardo. Staremo a vedere.

    RispondiElimina
  20. Cinghialetto forever7 aprile 2011 09:32

    Leggo con piacere l'intervento del "prof" Mantovan.
    Bene sostenere Beniamino, salvo, nel caso fortuito di una sua elezione, farlo cascare come Romano nell'ipotesi del mancato incarico di assessore all'urbanistica.
    Io propongo un assessorato all'urbanistica "ad honorem", così lascia in pace i poveri sindaci e la città sta più tranquilla.

    RispondiElimina
  21. Ma e' vero, cio che dice il predecessore?
    Mi riferisco voti necessari per 24 consiglieri, ricavabili fra 43.000 abitanti al voto, per cui teoricamente servono 1.000 voti per essere eletti consiglieri. E' vero?

    RispondiElimina
  22. vecchio cuore7 aprile 2011 12:10

    Anonimo delle 10.09, non sono portatore di verità assolute, ma solo di un po' di buon senso e di come vanno le cose in politica. Per me le cose stanno come ho scritto alle 09.27. (Evidentemente tu hai scritto quando il mio intervento non era stato ancora pubblicato).

    RispondiElimina
  23. Caro Vecchio Cuore,ti leggo sempre volentieri,in quanto in questo blog, sei la memoria storica della politica locale;faccio un azzardo sulla tua classe,potresti essere nato tra il 1945 ed il 1950.Quanto a previsioni matematiche,la Nuova Venezia di qualche giorno fa'scriveva in merito alle comunali chioggiotte che per una lista civica che corra da sola,all'ipotetico consigliere servono 1500 voti per essere eletto;se invece si apparenta con un partito politico ne bastano solo 800 di voti.Non sarebbe male se qualte tecnico politico spiegasse questa situazione ai piu' sconosciuta.Se non vado errato nella passata tornata elettorale,abbiamo avuto dei consiglieri eletti con meno di 200 voti.Ola'

    RispondiElimina
  24. Egregio prof.Mantovan,concordo con la sua analisi politica su quanto è avvenuto a Chioggia,non mi trova invece d'accordo sull'apparentamento di Chioggia Azzurra con il PDL,sono sempre piu' convinto che la lista civica in quanto tale doveva rimanere,la freschezza,i buoni intenti,la novita' e l'entusiasmo di quel gruppo doveva avere il coraggio di andare avanti da solo,e giustamente pescare i consensi in quella fetta di elettori indecisi-delusi-e di quelli che pensano di non votare"e sono alcune migliaia"e non portare l'acqua al mulino del PDL sempre piu' disastrato.Saluti.

    RispondiElimina
  25. vecchio cuore7 aprile 2011 23:38

    Grazie anonimo delle 23.11. Andare a coricarsi dopo avere avuto qualche apprezzamento non fa male. Non esagerare, però, non sono la memoria storica della politica chioggiotta. O, meglio, non lo sono direttamente. Molte cose le ho vissute e le conosco di persona, molte mi sono state raccontate da chi le ha vissute, soprattutto da mio padre. Per quanto riguarda l'età non ci hai preso: sono più giovane. Spero di non apparire così vecchio da quello che scrivo. Venendo ai "numeri" che servono per entrare in Consiglio: non ho letto cosa ha scritto La Nuova ma credo che le cose stiano così: una lista che dovesse "correre" da sola sicuramente ha bisogno di almeno mille voti. Se invece fa parte di un raggruppamento di liste bisogna vedere come si "piazza" il candidato sindaco di riferimento. Se questo dovesse vincere la competizione, fra premi di maggioranza e altro, potrebbe entrare in Consiglio anche qualche consigliere con 100 / 150 preferenze. Se invece il candidato sindaco dovesse andare all'opposizione allora credo che i candidati consiglieri delle varie liste collegate dovrebbero avere almeno 300 preferenze. Considera anche che più liste ci sono e più si frammenta il voto e, quindi, si abbassa il quorum necessario per essere eletti. Non so se qualche tecnico mi voglia smentire ma credo che le mie previsioni siano esatte. Comunque, per verificare come stanno le cose, basta aspettare la sera del 30 maggio... Buona notte.

    RispondiElimina
  26. Dovremo aspettare il tardo pomeriggio di lunedì,la chiusura dei seggi è alle 15, sicuramente ci sarà qualche seggio che ci metterà di più per qualche contestazione oppure errore. Non credo che una lista non apparentata possa " piazzare" il consigliere con solo mille voti ovviamente dipende se si fa parte della coalizione vincente o di quella che perde.

    Ho già spiegato che noi di chioggia azzura vogliamo incidere nella prossima amministrazione comunale andare da soli sarebbe stato puro masochismo, lo lasciamo fare a Convento.

    Ciao da Andrea Comparato

    RispondiElimina
  27. Ciao Vecchio Cuore,scusami se ti ho' involontariamente invecchiato,da alcuni frammenti di politica,pensavo a quella eta'.Oltre a memoria storica,vedo che anche la "matematica politica"la conosci bene,e mi sorge allora un dubbio dopo la tua spiegazione,che le liste civiche forse si apparentano piu' per interessi elettorali che per dei progetti e programmi puramente politici.Buona Notte.Ola'

    RispondiElimina
  28. Al punto in cui siamo arrivati visto gli ultimi 10 interventi,credo sia quasi doveroso un Venanzio-pensiero del ns.caro Proconsole.La matassa si è ancora piu' ingarbugliata,non bastava il turbillon politico"i voltagabbana,i basa banchi ecc."ora abbiamo anche quello matematico-masochistico con sfumature di preveggenza ed analisi.Ciao

    RispondiElimina
  29. Amici,avete visto che fine ha' fatto il dominus del capitalismo italiano alias Cesare Geronzi,presidente delle Assicurazioni Generali e grande alchimista di Mediobanca,Capitalia,Rcs e company.Non si sa' mai,simili situazioni a volte succedono anche in politica"ogni riferimento è puramente casuale".Ola'

    RispondiElimina
  30. vecchio cuore8 aprile 2011 07:35

    Caro anonimo delle 23.52, nessun problema per l'età. Comunque, diciamo che sono nato negli anni '50, quale anno non ha importanza. Per quanto riguarda i partiti e le liste: non c'è dubbio che gli apparentamenti (che sono tipici del turno di ballottaggio) e le coalizioni del primo turno sono, a tutti gli effetti, dei matrimoni d'interesse, peraltro reciproco e mi spiego. Una lista piccola ha interesse a partecipare ad una coalizione che può vincere perchè, se così avvenisse, potrebbe beneficiare del premio di maggioranza. Considera che nell'ultimo consiglio c'erano consiglieri che sono stati eletti con meno di cento preferenze (andare a verificare su chioggia.org / amministrazione / elettorale se non si crede).
    Ma è interesse anche del candidato sindaco che potrebbe essere eletto anche per quella manciata di voti che gli può arrivare da una lista piccola. La quale, però, poi fa la voce grossa e chiede di essere "pagata" molto di più di quello che avrebbe diritto di ottenere con una ripartizione delle cariche in termini rigidamente percentuali. Qualcuno dimentica cos'aveva l'UDC con Romano? Forse una sana applicazione del mai dimenticato Manuale Cencelli, di scudocrociatiana memoria, potrebbe evitare certe prepotenze. Il problema è che a volte le maggioranze sono legate a pochi punti percentuali, magari uno o due consiglieri, che perciò valgono molto di più di altri sei o sette di uno stesso partito. E' un principio ben noto agli economisti, quello del valore marginale che si può tradurre così: se io devo arrivare ad avere 100 unità di una cosa qualsiasi, pagherò relativamente poco per acquisire le prime settanta / ottanta unità, poi, se si tratta di merce rara, farò sempre più fatica a procurarmela e dovrò pagarla sempre di più, fino quasi a dovermi svenare se l'ultima unità che mi manca è detenuta da un soggetto che sa che mi manca solo quella per arrivare al mio risultato. E' così che funziona. Tu non sai quanti grandi economisti, detentori di un pugno di voti, esistono in circolazione. Anzi, ci sono i veri professionisti di queste micro liste che poi si fanno "pagare" a peso d'oro. Se ti interessa possiamo approfondire il discorso, meglio se con il contributo di tanti altri che sanno cosa voglio dire. Ciao. P.S.: mi viene da ridere a pensare che la cara signora Mafalda, qualche tempo fa, ha dichiarato: "vecchio cuore, lei di politica non capisce nulla". Sarà anche così, ma non ne sono tanto convinto.

    RispondiElimina
  31. Ottima analisi Vecchio Cuore!come pensavo gli apparentamenti politici altro non sono che espressione di interessi camuffata da intenti programmatici comuni.Da approfondire a mio avviso il concetto inerente gli economisti e del Manuale Cencelli.Tra un buon spritz e la lettura di un quotidiano in un bar del Corso,i commenti assai coloriti degli avventori un paio di mattine orsono, erano la legnata dell'Inter in Champions League,e la parentopoli veneziana-chioggiotta presso l'Actv,con alcuni ricordi degli anni andati"serve una memoria storica" riguadanti la Centrale del latte di Chioggia,un paio di Agenzie banacrie,l'Ulss 14 allora si chiamava cosi',ed il casello autostradale di Padova prima quello est,ora invece quello ovest.In periodo di feroce campagna elettorale con la caccia al voto,sono fondate queste seppur colorite chicchere di bar?Ola'

    RispondiElimina
  32. vecchio cuore9 aprile 2011 10:25

    Grazie anonimo levatosi di buon'ora. Come vuoi che si approfondisca il concetto degli economisti e del manuale Cencelli? Se hai qualche quesito da porre posso provare a rispondere ma non credo di poter dire molto di più di quello che ho già detto. Per quanto riguarda le memorie storiche che richiedi non credo di poterti essere molto utile. Sulla parentopoli Actv non so niente. Eventualmente si può chiedere qualcosa all'attuale consigliere provinciale del Pdl, che si divide, con eguale passione, fra i banchi della Zaccariotto ed il timone dei vaporetti verso Murano e compagnia cantante. Per la Centrale del latte come non chiedere di tutto e di più a chi da quel luogo proviene ed al quale deve il nome con cui è universalmente conosciuto? Per le agenzie bancarie forse potrei dire qualcosina ma bisognerebbe sapere di quali, ma non credo più di tanto. Sull'Ulss, anche lì non molto, ma informandomi qualcosa potrei venire a sapere. Sui caselli autostradali ti ha già indicato la strada giusta l'augusto proconsole Venanzio. Il depositario di tutti i segreti è Bob Pilgrims (credo non serva ripetere la traduzione). Dove potresti interrogarmi "a salti", come si dice quando si vuole indicare una preparazione ferrea, è sulla Beneamata. Tutti gli invidiosi che hanno strucato limoni in questi anni non vedevano l'ora che succedesse questo.

    RispondiElimina
  33. Vecchio Cuore,vuoi vedere che anche questa volta la parentopoli dell'Actv piazzera' almeno un centinaio di scrutatori? in barba ai disoccupati e alle persone in reale difficolta' economica.Ciao

    RispondiElimina

Per inserire i commenti (purtroppo) è necessario inserire un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, in quanto arrivano centinaia di commenti spazzatura con proposte oscene e non riusciamo più a gestire. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.