giovedì 9 agosto 2018

GOLETTA VERDE: OK L'ACQUA DEL MARE IN VENETO, SOLO A BARRICATA DI PORTO TOLLE È INQUINATA. GUERRA AI RIFIUTI PLASTICI

La qualità delle acque adriatiche negli undici luoghi rilevati lungo la costa veneta è considerata entro i limiti dell'inquinamento, salvo alla foce del Po delle Tolle in località Barricata, dove risulta gravemente compromessa. Lo dice un report di Goletta Verde, illustrato stamane nell'imbarcazione ormeggiata ancora per un giorno in piazza Vigo a Chioggia: alla presentazione hanno conferito la portavoce Katiuscia Eroe, la biologa di ARPAV Sara Ancona, il presidente di Legambiente Veneto Luigi Lazzaro e il presidente del consiglio comunale clodiense Endri Bullo.
Goletta Verde, che mancava da circa quindici anni dalla città, ha monitorato diversi siti fra la Brussa di Caorle e appunto le foci del Po, passando per Eraclea, Jesolo, Cavallino, le foci del Brenta e Rosolina. Nel corso dell'iniziativa è stata anche annunciata l'imminente firma di un protocollo d'intesa fra Legambiente Veneto e il Comune di Chioggia quanto alla plastica in mare: il 50% dei rifiuti plastici spiaggiati è costituito da materiale di scarto della lavorazione dei mitili, ovvero le famose retine bianche che approdano sui lidi di Sottomarina, Ca' Roman e Pellestrina, e di cui molte volte Chioggia Azzurra si è occupata anche in passato. La Goletta Verde rimane visitabile dal pubblico anche oggi, dalle ore 18 alle 20.

Nessun commento:

Posta un commento

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.