mercoledì 7 dicembre 2016

MARCO BIELO SI DIMETTE DA ASSESSORE ALL'URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI


Bomba a ciel sereno in Comune. Sono ufficiali le dimissioni per Marco Boscolo Bielo dall'incarico di assessore ai lavori pubblici e all'urbanistica. Stamane si è discusso di questo in giunta: Bielo gode ancora della fiducia del sindaco? Ancora incerte le motivazioni "personali": probabilmente risulta insostenibile il peso di un incarico pubblico gravoso -con un compenso certo inferiore a quanto incassa nel privato dalla sua attività di architetto- considerando anche la sua residenza a Godega S.Urbano (Treviso) e il fatto che il M5S è restio a concedere rimborsi spese (si dice ne abbia accumulati per 900 euro in 24 giorni). Un'altra scuola di pensiero fa riferimento a presunte mire di Bielo -che aveva già lavorato come professionista assieme all'amministrazione- per il ruolo di dirigente del settore urbanistica, ora vacante e coperto facente funzioni da Stefano Penzo: pare abbia presentato già l'opportuna domanda. Non manca chi rileva, dopo aver parlato nelle scorse settimane con l'assessore, che Marco Bielo fosse insofferente ad alcune "resistenze" degli uffici verso le cose da fare, in forte contrasto con il titolare del referato: si vedano il Patt in alto mare, come i piani particolareggiati del centro storico e pure il regolamento edilizio da adeguare. «Se continua così, non farò altro che dimettermi», avrebbe detto l'architetto originario di Sottomarina ai suoi interlocutori.

62 commenti:

  1. Questi sono uomini che tengono alla nostra città

    RispondiElimina
  2. Probabilmente Preferisce fare il dirigente. Piu' remunerativo!!! Viene il dubbio che Il concorso per dirigenti sia gia' deciso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardate che noi abbiamo riferito su una voce che avrebbe fatto la domanda per poter fare il dirigente ma, al momento, non è né confermata né smentita. Al momento il fatto certo sono le dimissioni, sul resto vi preghiamo di commentare su fatti precisi, noi di chioggia azzurra cmq stiamo chiedendo. non ci sarebbe nulla di sbagliato se , da professionista, avesse voluto partecipare al bando, il punto nevralgico è se lo ha fatto PRIMA di diventare assessore o dopo.

      Elimina
    2. «….abbiamo riferito su una voce…»
      - Quale voce ? Forse ti riferisci ad una persona che lavora all’Ufficio Protocollo, in quanto le domande per l’ammissione al concorso devono passare per tale ufficio ?

      Elimina
    3. non riveliamo le fonti, l'assessore Angela D'Este ci ha risposto che non ne era a conoscenza, abbiamo chiesto allora se le smentiva, ma non era in grado né di confermare né di smentire, personalmente penso non sia vero che avesse presentato una richiesta del genera però al momento nessuno dell'amministrazione lo ha smentito ufficialmente.

      Elimina
    4. «….non riveliamo le fonti…»
      - Rispetto la tua riservatezza. Puoi però almeno precisare se trattasi di voce ufficiale o “ciacole” di corridoio ?? Questo per dare un senso ai nostri commenti.

      Elimina
    5. sono voci riportate da persone autorevoli, però, come abbiamo sottolineato al momento non ci sono né smentite né conferme, appare improbabile che sia vero cmq se ha fatto domande c'è per forza all'ufficio protocollo attendiamo sviluppi.

      Elimina
  3. Ennesima prova che comandano i dirigenti e non gli assessori oppure che gli assessori vorrebbero comandare ma non ne sono capaci? Chi ha la risposta giusta?

    RispondiElimina
  4. Per le pari opportunita' ora si dimetta una assessora!

    RispondiElimina
  5. Un assessore fatto fuori in 5 mesi di (in)attivita' dell'amministrazione. Bel record. Tutti ancora comvinti di aver fatto bene a votare i grillini?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si, "comvinti" pure di rifarlo!

      Elimina
    2. In effetti...
      Ma non solo per le dimissioni dell'assessore...

      Elimina
  6. Mamma mia! Così presto segni di cedimento?

    RispondiElimina
  7. Convintissimo di avere fatto bene a votare i grillini. Per quanto dimostrato, seppur per breve tempo, perderlo sarebbe grave per la città, spero comunque che rimanga, anche se in ruolo diverso. Auguri al dott. Bielo

    RispondiElimina
  8. Convintissimo di aver fatto bene a votare i grillini, soprattutto dopo il referendum, mi auguro che il dott. Bielo rimanga, per il bene della città, anche se con ruolo differente! Poi, viste le amministrazioni precedenti io riderei poco. Per non parlare dell'opposizione, credo che nella storia di Chioggia mai vi sia stata una classe politica più incapace ed inetta dell'attuale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. «….credo che nella storia di Chioggia mai vi sia stata una classe politica più incapace ed inetta dell'attuale…»
      - Si riferisce al Sindaco Ferro e alla sua Giunta ?

      Elimina
    2. OPPOSIZIONE, inetta, incapace ed inesistente, il sindaco Ferro lo giudicheremo più avanti. Perfino Tiozzo e Tesserin erano meglio di questi, per forza i grillini vincono facile, hanno contro il nulla!!! Non so se sia un bene, ma con questa opposizione governeranno per i prossimi vent'anni,sempre che i partiti non insorgano e caccino a pedate i Dolfin, Montanariello, Capon, Pompini e company. Me lo auguro per il bene della città, viva Chioggia!!!

      Elimina
  9. La notizia delle “dimissioni irrevocabili” é confermata dalla sig.ra assessore al turismo Angela D’Este. Non si hanno notizie delle motivazioni.

    RispondiElimina
  10. Convintissimo di avere fatto bene a non votare i grillini, per quanto io sarei meno cattivo di altri nei giudizi nei loro confronti e sono convinto che bisogna dare loro altro tempo...
    Certo che queste dimissioni non sono una bella cosa, ma voglio capire meglio i motivi...

    RispondiElimina
  11. Rispondo ad andrea comparato quando si chiexe se l'assezsore possa aver fatto domanda per il concorso da dirigente prima o durante il suo mandato. Il bando di concorso e' venuto fuori recentissimamente perche' un mio amico ha appena presentato la domanda.

    RispondiElimina
  12. Se dovesse vincere lui, subito in procura. Sarebbe una cosa mooooolto strana

    RispondiElimina
  13. Il bando del concorso per dirigente e' stato aperto da poco e di certo durante il mandato dell'assessore bielo

    RispondiElimina
  14. Lo hanno fatto dimettere, le motivazioni sono note a tutti ma non riportabili sul blog, la storia del dirigente è solo una voce non ha fatto domanda e se la fa non può essere accolta perche in contrasto con la normativa anticorruzione. un amministratore non può conferire in incarico a se stesso, mi pare ovvio....
    Bellissimo segno da parte dell'amministrazione che sta dimostrando di avere la schiena dritta, chi non è in sintonia col programma del Sindaco Ferro, che è stato eletto perchè si avvertiva necessità di maggior rettitudine e trasparenza in comune, a casa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo fa supporre che l'assessore Bielo abbia fatto qualcosa di contrario all'etica degli integerrimi 5stelle. Beh in fin dei conti non era un eletto... Ora sotto a chi tocca, sempre che ne riescano a trovare un altro che abbia la capacità, la voglia e la passione per la sua città che aveva il Bielo.

      Elimina
  15. La rettitudine c'era anche prima, come sta lentamente emergendo. Peccato che in molti non se ne siano accorti. Ma il 25% degli elettori lo sapeva. Nessuna novità da Ferro.

    RispondiElimina
  16. Controllate bene, costui ha fatto la domanda quando era assessore, ora dopo il misfatto l'hanno fatto dimettere, troppo tardi, e adesso il sindaco dirà' che non sapeva nulla, grosso inghippo sicuramente che quai sicuramente costerà' le dimissioni del sindaco.
    ,

    RispondiElimina
  17. Non credo sia stato cosi stupido da fare domanda per il concorso quando era assessore. Vorrebbe dire non conoscere le elementari regole di comportamento. Io non ho votato i 5 stelle, ma escludo questa possibilita'

    RispondiElimina
  18. tutte chiacchiere, la verità deve essere tutt'altra dai commenti che alludono ad una domanda per fare il dirigente. Uno non se ne va via solo per un eventuale, se c'è stato, errore. qui ci deve essere sotto qualcosa di grosso. I grillini sono per la trasparenza si dica la verità. comparato intervista l'assessore e Gilberto così sapremo le due verità

    RispondiElimina
  19. I “grillini” devono avere un concetto tutto loro di trasparenza. Evidentemente il vetro TRASPARENTE E CRISTALLINO i “grillini” devono averlo sostituito con del VETRO OPACO da cui non traspare nulla.
    La giunta Ferro sul caso dell’assessore “Bielo” evidentemente è sulla via del VETRO OPACO.

    RispondiElimina
  20. poi si stanno contraddicendo. avete letto sul albo pretorio del comune? c'era una interrogazione della Penzo sul catasto e il sindaco ha risposto che oramai le pratiche sono tutte telematiche e che non serva che venga il catasto riportato a chioggia. Nel programma cinque stelle sulla parte sviluppo al punto 8 il sindaco se eletto si impegnava a- riposto il testo originale impegno a riportare i servizi pubblici perduti dal territorio di chioggia: Tribunale, Conservatoria del registro, catasto, stazione ferroviaria ecc. Un programma stilato cinque mesi fa---ma come contraddicono il loro programma? allora la popolazione si chiede se bisogna avere fiducia di questi

    RispondiElimina
  21. il consiglio è quello pubblicato all'albo comunale mercoledì 7 riferito al consiglio della seduta del 27/10/2016 seconda pagina

    RispondiElimina
  22. Ma Il Sindaco, sta sempre zitto ?
    Ma perchè parla sempre qualcun altro al posto suo?
    O parla il suo segretario particolare (a quest' ultimo gli calza a pennello l' aggettivo), o parla il presidente del consiglio (vedi ultima assemblea comunale, dove Bullo Endrix, difendeva il 1° cittadino, dai rimbrotti confidenziali di Jo' Montanariello...), o parla questo o quell' altro assessore.
    Ma insomma, anche ieri in televisione al TG3, Ferro Alessandro Architetto Sindaco, sembrava recitare una breve quanto rilaxante poesia parlando della questione dei bomboloni di GPL (e che questione !!!) .
    E poi, diciamola tutta, da quando si sono insediati, i 5Stelle, hanno cominciato a far qualcosa ?
    Sin' ora, a parte i nulli tentativi di blocco all' insediamento della SOCOGAS (cui a nulla è approdata l' indagine comunale per risalire a chi, cosa, quando, perchè...), cosa ha fatto questa Giunta (ora disgiunta senza Bielo) ????????
    Il mondo va avanti e le questioni spinose di semprte, rimangono da riprendere in mano per dare qualche risposta alla città. Sono tante e non rimandabili ancora una volta: metteteci voi i settori critici e non sbaglierete.
    Allora, dopo Bielo, faranno una verifica di altri Curicula (come si dice?), vaglieranno un altro nome (magari un Renzo Piano da Canicattì o giu' di lì) e saremo a posto.

    Quel che ancora appare attraccato alla banchina, in attesa di partire, è sempre l' Incrociatore Potemkin (si dice così ?).
    Quando partirà l' attività a 360° della nuova Amministrazione Comunale di Sant Anna ?
    Pardon: mi correggo , di Chioggia.

    Quando ?
    Dimmi, quando, quando, quando ?????
    Cantava Tony Renis

    Scomparso (dalla scena) un assessore, se ne fà un altro. Non è questo il problema.

    Il problema piu' importante per noi (cantava Celentano) ... è avere un Comune che la smetta di aleare, ma concretamente inizi la sua opera concretamente.

    Dai, Forza, Forza, Forza !!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  23. Ma Ferro non è andato al governo della Città per miracolo!
    Adesso ci si lamenta di Ferro? Bisognava pensarci prima! Avevamo avuto modo di conoscerlo durante i vari incontri in periodo elettorale...
    Personalmente lo ritenevo un bravo architetto ma non mi pareva adatto al ruolo di sindaco di una città come la nostra
    Ecco perché non lo ho votato. Adesso sento tanti che lo criticano. Ma lo sapevano benissimo anche a giugno. È che ha fatto comodo a quelli che per ripicca hanno voluto fare fuori Casson.
    Le critiche che spesso provengono dagli stessi che lo hanno votato proprio non le capisco...

    RispondiElimina
  24. Ancora con sto’ Casson ?? Politicamente quest’ultimo è morto e sepolto !!!

    RispondiElimina
  25. Ma questa e' la verita'! Ferro e' al potere per grazia ricevuta, inutile negarlo!!! Anche un bambino piccolo era in grado di capire che lui alla guida della citta' non avrebbe combinato nulla! Tanto buono si', ma alla citta' servono competenze. Casson era di gran lunga piu' competente. Se poi non piaceva...
    Non si puo' piacere a tutti!!!

    RispondiElimina
  26. Casson politicamente morto???? Con il venticinque per cento degli elettori che hanno votato per lui? Lui da solo ha avuto più consensi di qualsiasi altro movimento o partito, Pd compreso.
    Chiedetelo a quelli del comitato gpl, che sembrano ancora in campagna elettorale contro di lui...
    Sbaglio o i cinque stelle hanno sposato la sua linea per il gpl?
    Sbaglio o perfino i giornali che non gli sono proprio mai stati vicini sono costretti a farne il nome?
    Può darsi che mi sbagli, ma il fatto di dichiararlo politicamente morto tradisce il fatto che politicamente morto non è.
    Invece mi pare che nessuna altra forza politica sia messa particolarmente bene oggi, sia a livello nazionale che a livello locale. Mentre i cinque stelle cominciano a scricchiolare a livello locale, nel Pd i problemi sono crescenti anche a quello nazionale è molti adesso dovranno riposizionarsi per continuare a restare in sella. La realtà virtuale non è sempre identica a quella vera...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casson sarà " morto " politicamente quando deciderà ( e se lo farà) di ritirarsi, al momento è consigliere provinciale e nell'attuale orizzonte politico , francamente, non c'è nessun altro che possa lontanamente essere confrontato con lui, per tutto, poi, sappiamo la gente vuole a tutti i costi la novità....rinnoviamo gli auguri alla nuova amministrazione che possa far bene.

      Elimina
    2. Hai scritto “al momento è consigliere provinciale”
      Ha sì. Casson è consigliere provinciale ? E di quale provincia ?? In un paese dell’Africa ??

      Elimina
    3. potrà non comodarti ma è consigliere della città metropolitana

      Elimina
    4. ha ecco, città metropolitana di Venezia e non Provincia. Ma penso ci resterà ancora per poco.

      Elimina
  27. Sarà stato un augurio, tra poco ci saranno le elezioni e sarebbe la persona adatta per rappresentarci a roma...chi dice il contrario è solo invidioso...

    RispondiElimina
  28. L'ex sindaco (sottolineo con gioia "EX") a Roma puo' andare solo a vedere il papa in piazza s.pietro o al limite la lazio all'olimpico. Per il resto lascino perdere i residui sostenitori, magari parenti: il deposito gpl a Chioggia lo ha sulla coscienza solo lui

    RispondiElimina
  29. L'invidia è proprio una brutta bestia...

    RispondiElimina
  30. Tra le mille cazzate che qualcuno pretende di infilare in questo blog ce n'è che brillano di luce propria. Tutti sanno che Casson ha una famiglia numerosa. Che arrivi al 25 per cento ( i residui sostenitori) degli elettori fa veramente ridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casson, Giuseppe Casson, con le sue liste , lega esclusa al primo turno ha preso un pelo più del 25 per cento, in pratica più l'ex sindaco di Chioggia, ripetiamo , da solo, rappresenta più di un elettore su quattro.

      Elimina
  31. Quando si perde si perde. I cassoniani si riconvertano. Prendete esempio dall'ex capo di gabinetto e piu' attivo sostenitore durante l'ultima campagna elettorale: oggi millanta di essere un grillino della prima ora. Arturo Brachetti de noantri...

    RispondiElimina
  32. Dunque: Giuseppe Casson non è stato confermato sindaco ma è comunque in consiglio comunale con altri due consiglieri della sua lista, inoltre è presente anche nella città metropolitana. Che piaccia o meno rappresenta una parte della città e rappresenta chioggia nell'ambito della città metropolitana. Chissà che strada intraprenderà per il suo futuro....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il futuro di Casson ?? Non è avvocato ?? Consiglio di lasciare la politica e si dedichi alla sua professione. A meno che Verdini non lo accolga a braccia aperte.

      Elimina
    2. Casson non è mai stato un berlusconiano, è un cattolico di centro...

      Elimina
    3. Un cattolico di centro che alle ultime elezioni si è alleato con la Lega, solo per opportunismo politico.

      Elimina
    4. mi secca un po' continuare questa difesa d'ufficio, Casson non ne ha bisogno, però: 1) Visto i numeri è l'esatto contrario, è la Lega che si è alleata con Casson altrimenti non sarebbe neppure arrivata al ballottaggio, quindi l'opportunismo semmai è di altri e non di Casson 2) I Cattolici sono liberi di scegliere il partito che vogliono, solo a titolo di esempio, il sottoscritto in forza italia trovava tanti assolutamente favorevoli all'aborto e altrettanti contrari all'interno di partiti di sinistra, la Lega è sostenuta da un elettorato variegato non c'entra più nulla l'ideologia chi vota lega ( cattolico o meno - e qui sarebbe da aprire un'ampia parentesi) lo fa soprattutto per il problema dell'immigrazione e del fatto conclamato che le regioni ben governate sono , mi si passi il termine, sfruttate dal sud. Ovviamente è un mio parere personale. saluti

      Elimina
  33. Scusate ma vi siete accorti di chi ha vinto le elezioni? Casson non c'e piu'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ohi casson è in consiglio comunale e in consiglio provinciale, dopo la Erika Baldin , che è consigliere regionale, è la massima rappresentanza politica che abbiamo al di fuori del comune di chioggia, piaccia o non piaccia.

      Elimina
  34. E’ ora di fare un po’ di chiarezza.
    La lista inventata da Casson “Chioggia è libera” ha preso 3.829 voti pari al 15,97% di chi si è recato a votare.
    Se calcoliamo che i chioggiotti che hanno votato alla 1^ tornata sono stati 26.902 pari al 63,83% degli aventi diritto (tot. n. 42.145) si desume quindi che la formazione di Casson “Chioggia è libera” rappresenti il 9,2% di tutta la cittadinanza iscritta delle liste elettorali. Non mi sembra un plebiscito.

    Ciò detto, è inutile nascondersi dietro ad un dito per celare il trasformismo del personaggio Casson. E’ entrato in Consiglio comunale alleandosi con Forza Italia di Tiozzo Pagio, è stato eletto sindaco col PD nel 2011, ci ha riprovato a candidarsi a sindaco con la Lega nel 2016, Che altra alleanza gli manca ??
    Che sia Consigliere comunale, nonché consigliere della città metropolitana di Venezia, non cambia di una virgola la sua ambiguità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è così le liste di appoggio a Casson erano ben tre e il totale dei voti presi come sindaco e come liste ha superato il 25%, ha preso di più di tutti, al primo turno, più di partiti affermati e strutturati come il PD, di più dei forza italia con la lista fucsia ( foraggiati con una campagna elettorale da milionari - meglio che lasciamo perdere) è un risultato importante che, me lo auguro per la città, non venga disperso. Per inciso IN TUTTA ITALIA i 5 stelle hanno vinto al ballottaggio , non a chioggia, quindi io personalmente non lo considero una disfatta di Casson ma un risultato importante, difficilissimo, ripeto un chioggiotto su quattro ha votato il " brand " Giuseppe Casson, io non so che cosa deciderà di fare, però nell'orizzonte di attori politici che vedo a chioggia, nessuno che brilla particolarmente, penso che Giuseppe , se ne avrà voglia, potrebbe tranquillamente avere ancora ambizioni politiche.

      Elimina
    2. scusa tra tutte le liste ha preso un pelo in meno del 25% , mi ricordavo dei rotti...io ho l'abitudine mentale di arrotondare

      Elimina
    3. Marzo 2016, sala S. Filippo Neri. Casson, dato morto, si ricandida, annunciando di voler dialogare con tutti per proseguire l’azione di governo. La Lega, che intuisce la possibilità di risultati non immaginari, si allea con lui. Il PD tenta l’alleanza con Brugnaro. Niente di fatto. Giugno 2016, primo turno: il morto è risorto: 25% dei voti senza la Lega. 1 cittadino su 4 non ha abboccato all’amo degli spargitori di fango, rimasti al terzo e quarto posto. Ormai senza fango, ripiegano sui 5 stelle. Ferro sindaco (chi l’ha visto?).
      Questa la realtà.
      L’analisi del sig. boscolo fa ridere le vecchiette (è sempre lui, anche se non firma. Sono le stesse argomentazioni dell’anno scorso. Finge che si moltiplichino gli avversari di Casson?). Saranno gli strateghi del partito con cui simpatizza a mettergliele in bocca? E’ lui lo stratega? Straparla di trasformismo...
      Continui pure in queste analisi. Quel partito è in gravissima difficoltà. Perde pezzi ovunque. Che sia per la brillante visione strategica? La prossima volta i 5 stelle vinceranno senza il suo aiuto.

      Elimina
    4. “Chioggia è libera” è la lista CREATA PERSONALMENTE da Casson che ha preso 3.829 voti (15,87%), con il bel faccione stampato sui manifesti.
      Le altre liste invece che appoggiavano Casson erano : Popolari e riformisti–Casson; 100% Chioggia–Casson sindaco; ed hanno complessivamente preso 2.055 (8,5%) e stampate sui manifesti avevano tutt’altre facce.

      Elimina
  35. Lei pensa che cento per cento Chioggia o i popolari riformisti voterebbero Pd o Chioggia viva o cinque stelle o forza Italia? Mah. La sua aritmetica cozza con la ragione politica.

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.