venerdì 11 novembre 2016

SCRUTATORI A SORTEGGIO, IL VICESINDACO: "NON È STATO POSSIBILE PRIVILEGIARE DISOCCUPATI E STUDENTI, TROVEREMO IL MODO IN FUTURO"


Come riportato ieri mattina, si è riunita la commissione elettorale del Comune avente a oggetto la nomina dei 154 scrutatori per il referendum costituzionale in programma domenica 4 dicembre. La Legge prevede che la commissione elettorale comunale debba procedere alla nomina degli scrutatori all’unanimità, scegliendoli fra i nominativi che rientrano nell’albo: non possono quindi essere nominati scrutatori esterni ad esso. Anche la graduatoria dei sostituti deve comprendere persone iscritte nell’albo, aggiornato annualmente. Se l’unanimità non è raggiunta, ciascun membro della commissione elettorale vota rigorosamente per un solo nome con riferimento a ciascun ufficio elettorale di Sezione, così come previsto dalla legge 22/2006. Saranno poi proclamati scrutatori coloro che abbiano ottenuto il maggior numero di voti. Nel caso di parità di voti avrà la meglio il più anziano di età.
La commissione elettorale presieduta dal vicesindaco Marco Veronese ha deciso di procedere ad una prima estrazione casuale dei 154 scrutatori da assegnare ai 50 seggi normali più i due speciali, fra tutti gli iscritti all’albo degli scrutatori, che poi sono stati confermati e nominati. «La Commissione ha deciso di procedere in questo modo», spiega il vicesindaco «per garantire a tutti la stessa possibilità di essere nominati. Non si troveranno più quindi gli stessi scrutatori sempre negli stessi seggi, ma speriamo in questo modo di aver dato anche a chi non ha mai svolto il compito di scrutatore la possibilità di farlo. Certo, sarebbe più positivo se tutti i nominati fossero disoccupati o studenti, ma questo per il momento non è possibile. Cercheremo di trovare per il futuro la modalità perché la priorità di sorteggio e nomina sia proprio per queste due categorie».

5 commenti:

  1. - Non si troveranno più quindi gli stessi scrutatori sempre negli stessi seggi, ma speriamo in questo modo di aver dato anche a chi non ha mai svolto il compito di scrutatore la possibilità di farlo. Certo, sarebbe più positivo se tutti i nominati fossero disoccupati o studenti - (...)
    Buone notizie per ACTV e per la PA in generale.
    Non sono io addirvi (con due d), la "saga dei pulesi" che c'è ad ogni suffragio. Altro che giovani studenti o disoccupati. A banchettare sono sempre i soliti "peoci refai", vassalli di segreterie di questo o quell'altro partito. (ho scritto qualche cosa di male?)
    E' tutto materiale perfettamente esigibile ed ispezionabile, per due lustri, finanche (se non oltre) al prescritto. Andiamo a consultare chi sono i vocati amministrativi ai suffragi???
    Spero che commissione elettorale non si faccia abbagliare da un qualsiasi riflesso di specchietto da "trucchi", d'un/una viandante qualsiasi... ... ...
    (boscolo):-) :-) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai cosa scrivi. “ACTV e per la PA in generale” saranno sempre guai perché, soprattutto per ACTV, i loro dipendenti che bazzicano nei seggi elettorali non sono scrutatori ma RAPPRESENRANTI DI LISTA dei partiti, nominati proprio da questi ultimi.

      Elimina
    2. In genarale so che fanno SCHIFO, poi discutiamone. Ma anche papa franchesco ne ha i coglioni pieni...

      Elimina
  2. Invece di sorteggiare a caso, dovevano trovare subito una soluzione per privilegiare studenti e disoccupati.

    RispondiElimina
  3. Cioè avrebbero dovuto fare cosa? la si smetta! Ad alcuni nemmeno un mascherone...
    Vergogna et laboro!
    Tacete, almeno abbiate autobiasimo...

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.