lunedì 7 novembre 2016

STRANIERO DI COLORE RUBA BICICLETTA IN STRADA MADONNA MARINA INCURANTE DELLE TELECAMERE

Le immagini che vedete sono eloquenti, si riferiscono ad un furto di bicicletta lasciata qualche minuto incustodita : si vede nettamente che un uomo di colore si rende conto della situazione, ritorna sui suoi passi e, con azione premeditata, si appropria della bicicletta allontanandosi in velocità. Da notizie da noi acquisite sembra che la bicicletta in questione, facilmente distinguibile per colore, marca, e perchè di simili in circolazione ce ne sono pochissime, sia stata notata, vista, all' interno della casa di accoglienza di Bagnoli Di Sopra. Usare il condizionale per noi è d' obbligo, non ce ne voglia chi ci ha fornito le immagini e ci dà per certa la presenza della bici nel luogo citato, ciò che è ulteriormente importante è il messaggio che deve arrivare a tutti : bisogna stare molto attenti quando si lascia incustodito un mezzo a due ruote, in particolare in strada Madonna Marina a Sottomarina dove si è verificato questo episodio. A precisazione le immagini sono di qualche giorno fa e quindi non possono essere collegata all’arrivo di altri undici migranti come da comunicazione del prefetto del quattro novembre scorso. Per inciso il post di ieri pubblicato sulle nostra pagine ha superato le 11.000 visualizzazioni in meno di 24 ore e ha acceso la curiosità popolare ( e non solo) su chi è il nuovo soggetto privato che darà accoglienza ai migranti. Per il momento dalla Lepre di strada Madonna Marina e dal Bragosso di Sant’Anna trapelano secche smentite di collegamenti con le “ new entry” nel territorio chioggiotto.

2 commenti:

  1. e' la famosa redistribuzione delle ricchezza decantata ogni giorno dai nostri politici.assieme alle decantata ...ci pagano le pensioni,servono perche' non facciamo piu' figli.!!! mortacci loro !!!

    RispondiElimina
  2. Andrea, i nuovi 10 richiedenti asilo, sono stati portati alla struttura A Brondolo di proprietà della Lepre, altro che la balla che non sanno niente, diglielo!!!

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.