giovedì 3 novembre 2016

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: OPERATORI SANITARI, AMMINISTRATORI E VOLONTARI DANNO IL BUON ESEMPIO

Vaccinazione antinfluenzale: operatori sanitari, amministrativi e volontari della Ulss 14 danno il buon esempio “Sulle vaccinazioni antinfluenzali scendono in campo a dare il buon esempio i nostri operatori sanitari insieme ai dipendenti amministrativi e anche ai volontari”, ha dichiarato il direttore generale della Ulss 14 Giuseppe Dal Ben durante la vaccinazione a cui si sono sottoposti oggi, giovedì 3 novembre, nell’Ospedale di Chioggia, primari, caposala, alcuni infermieri insieme ad alcuni dirigenti dell’Azienda Sanitaria, ai dipendenti amministrativi e ad alcuni rappresentanti delle associazioni di volontariato. “E per agevolare la vaccinazione tra il personale medico e infermieristico – ha aggiunto il DG Dal Ben – i vaccini, quest’anno, saranno anche distribuiti nei reparti. Faremo in modo che tutti i nostri dipendenti abbiano la possibilità di vaccinarsi, partendo dal presupposto che è un nostro dovere sia per dare l’esempio sia per garantire una maggior protezione ai nostri pazienti, già debilitati dalla malattia”. 16mila le dosi acquistate nel 2016 per la Ulss di Chioggia con la possibilità di acquistarne ancora, in caso ce ne fosse bisogno. La vaccinazione antinfluenzale è rivolta a tutti, e in particolare modo a quelle categorie di soggetti fragili, il cui elenco è diffuso dal Ministero della Salute, per cui la vaccinazione è anche gratuita: 1. soggetti di età pari o superiore a 65 anni; 2. bambini di età superiore ai 6 mesi e adulti affetti da: a) malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio b) malattie dell'apparato cardio-circolatorio c) diabete mellito e altre malattie metaboliche d) malattie renali con insufficienza renale e) malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie f) tumori g)malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV h) malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale i) patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici j) patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari). 3. bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale 4. donne che saranno nel secondo e terzo trimestre di gravidanza all’inizio della stagione epidemica 5. individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti 6. medici e personale sanitario di assistenza 7. contatti familiari di soggetti ad alto rischio che per controindicazioni temporanee o permanenti non possano essere vaccinati 8. soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo: a) personale degli asili nido, insegnanti scuola dell'infanzia e dell'obbligo b) addetti poste e telecomunicazioni c) dipendenti pubblica amministrazione e difesa d) forze di polizia incluso polizia municipale e) volontari di servizi sanitari di emergenza f) personale di assistenza case di riposo 9. personale che, per motivi occupazionali, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani: a) detentori di allevamenti b) addetti all'attività di allevamento c) addetti al trasporto di animali vivi d) macellatori e vaccinatori e) veterinari pubblici e libero-professionisti I vaccini sono disponibili negli ambulatori dei medici di famiglia e presso gli ambulatori del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica ( nelle sedi di Chioggia e Cavarzere) con i seguenti orari: SEDI E ORARI VACCINAZIONE PRESSO IGIENE PUBBLICA SEDE DATE ORARI Cavarzere Ambulatorio vaccinazioni 3,10, 24 Novembre ore 11.00 – 12.00 Chioggia Ambulatorio vaccinazioni Tutti i sabato di Novembre ore 09.00 – 11.00

Nessun commento:

Posta un commento

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.