sabato 7 aprile 2018

RADIO-COMITATI: TRE DESTINAZIONI PER FORTE SAN FELICE, IL 28 APRILE NUOVA MANIFESTAZIONE NO GPL (CON SERRATA)

Durante la trasmissione “Pin'Occhio” stamane sulle frequenze di Radio Clodia, presenti i portavoce dei comitati civici, Erminio Boscolo Bibi del comitato per il Forte San Felice ha fatto il punto della situazione operativa per il recupero della struttura. E le cose stanno andando avanti. Un tavolo tecnico coordinato dal Comune con tutti gli enti coinvolti si è già riunito lo scorso 22 marzo alla presenza del direttore della rete dei musei statali del Veneto, e ha individuato tre percorsi possibili per l'uso del Forte: uno storico-architettonico riguardo al Castello della Luppa e agli altri edifici militari, uno ambientale-naturalistico per la vegetazioni lungo i bastioni (in particolare le piante di liquirizia), un terzo espositivo-didattico anche a vantaggio delle scuole del territorio.
La domanda che il tavolo si pone concerne chi gestirà il patrimonio e con quali strumenti, dal momento che non ci si può affidare al volontariato di un'associazione e che il Comune non ha le risorse sufficienti. «Questa è la prospettiva», ha detto Erminio Bibi. «Il lavoro è in fieri e tutt'altro che finito. C'è apprezzamento e pubblico riconoscimento da parte dei cittadini di quanto fatto finora. E ancora più persone spingeranno affinché il processo si realizzi in tempi brevi». A settembre dovrebbe iniziare il cantiere per il restauro del portale settecentesco di Andrea Tirali, nel frattempo sono state programmate le visite guidate per tutta l'estate: la prima avrà luogo il 12 maggio, le altre si succederanno con cadenza mensile.
Nel corso della stessa trasmissione, Walterino Baldin del comitato cittadino di Sant'Anna ha rivendicato la necessità di uno statuto per i comitati di frazione: «La Consulta è un mezzo, ma essere riconosciuti ufficialmente è qualcosa che rimarrà anche per le prossime legislature». Negli ultimi decenni, ricorda Baldin, la parte meridionale del Comune ha perduto l'ufficio anagrafe, il consultorio, l'ambulatorio per bambini e altri servizi, vedendo aumentato solo il traffico e la pericolosità della strada Romea. Per quanto riguarda invece l'iniziativa del comitato No Gpl, la nuova manifestazione di piazza sarà sabato 28 aprile con anche la serrata dei commercianti di Ascom, in vista della sentenza del TAR del Veneto prevista per il 10 maggio sui ricorsi presentati avverso l'impianto di Socogas.

1 commento:

  1. A proposito di Forte San Felice, e di restauro, mi chiedo quando verrà chiesto ufficialmente la restituzione della storica lanterna dell'omonimo,faro svettante e funzionante in cima all'edificio al centro del forte fino ai primi anni 90, e stata smontata e donata dalla marina militare al museo di Cesenatico, come Chioggiotto mi auguro venga riconsegnata presto alla nostra città e si rimontata al proprio posto;E comunque se proprio deve stare in un museo quello appropriato deve essere il nostro è non quello di un altro comune.

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.