martedì 3 aprile 2018

PASQUA E PASQUETTA, TRAFFICO IN TILT SULLA ROMEA: NIENTE "PARTENZE INTELLIGENTI"

A memoria d'uomo, Chioggia e Sottomarina non sono mai state piene a Pasqua come negli ultimi due giorni. Specie quando la festività è caduta così bassa, il 1° aprile: hotel, bed and breakfast e case private, ristoranti e trattorie, bar e caffè, servizi sportivi e culturali presi letteralmente d'assalto, spiaggia e diga super affollate in tutta la loro estensione, complici naturalmente il sole e la clemenza del meteo. L'altro lato della medaglia è ovviamente il traffico: la Romea bloccata in entrambi i sensi di marcia per molte ore, sia in entrata che in uscita, a nord come a sud. Impossibile calcolare i tempi del rientro, e la situazione non riguarda solo la laguna: anche Rosolina e Porto Caleri, per dirne due, hanno vissuto le medesime difficoltà.
In rete spopolano le immagini del lungomare intasato di automobili col motore acceso, e qualcuno ha pensato di dare qualche responsabilità alla polizia locale: «Ma non è colpa degli agenti - sottolinea il comandante Michele Tiozzo – se la Romea non regge certi volumi di traffico. La strada si blocca, non scorrono le auto e non ne possono entrare altre: così succedono le code a catena. Anche se avessimo avuto cento operatori in servizio, il risultato sarebbe stato lo stesso». Ieri per le strade erano presenti pattuglie dei carabinieri e della polizia di Stato, in supporto a quella locale, ma – continua Tiozzo - «non possiamo far sparire migliaia di automobilisti che ritornano a casa tutti alla stessa ora, alla faccia delle “partenze intelligenti”».
Lato positivo: nessun incidente è stato registrato lungo il ponte translagunare e nelle altre arterie urbane o d'accesso, nessun tamponamento o intervento dei vigili del fuoco. C'è da rallegrarsi quindi che Chioggia e Sottomarina vengano scelte ancora una volta in massa per il buon clima, il pesce e il radicchio, la spiaggia e le bellezze architettoniche; la speranza è che presto chi sovrintende alle decisioni quanto al sistema della viabilità consideri necessario per una realtà turistica come questa l'incremento della rete ferroviaria e i collegamenti su rotaia con tutti i capoluoghi vicini.

6 commenti:

  1. Del Pienone sulle strade di casa nostra, non si puo' certo imputare nulla alle istituzioni locali.
    Contrariamente, invece, il Comandante della Polizia Locale, dovrebbe spiegare perchè il Campo del Duomo, è diventato un parcheggio gratuito e permanente, cosi' come permanente è il divieto di sosta in questo spazio cittadino che rimane una delle poche zone pedonali da sempre?
    Che ne dici Andrea, perchè non parli mai di questa abitudine incivile ed impunita che riguarda questo bellissimo angolo della ancor piu' bella Chioggia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda che le multe le fanno, il giorno di Pasqua ero proprio al chioggiottino, e ho ripreso i vigili che hanno multato praticamente TUTTE le auto, li ho ripresi per avere materiale di archivio, non per altro. Non possimao pensare che la polizia municipale possa essere ovunque.

      Elimina
    2. Il canal lombardo è sempre zeppo di auto in sosta persino sopra il marciapiede e da in po' di tempo a questa parte non si vedono vigili tantoché ormai è diventata una consuetudine il parcheggio selvaggio di Canal lombardo a qualsiasi ora del giorno.

      Elimina
    3. e vi garantisco che in riva canal lombardo c'era un serpentone di macchine parcheggiate tutte con verbale giallo apposto sul lunotto anteriore...

      Elimina
  2. Statale romea infrastruttura pericolosa e insufficiente, questa è l'unica cosa che si può dire dopo un episodio come ieri

    RispondiElimina
  3. Speriamo che le multe siano affibbiate anche alle auto in campo duomo. Sempre, non una tantum.

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.