giovedì 12 aprile 2018

ORDINANZA DEL SINDACO VIETA LA BALNEAZIONE PER TUTTA L'ESTATE ALLE BOCCHE DI PORTO E ALLE FOCI DEI FIUMI

Oltre un chilometro del litorale clodiense non sarà balneabile per l'intera stagione turistica 2018. Lo ha decretato un'ordinanza emessa ieri dal sindaco Ferro, con riferimento alle attività di monitoraggio compiute dalle bocche di porto alla foce dell'Adige: il tratto da interdire alla balneazione va dal limite del confine con Venezia -ovvero il centro esatto della distanza fra la diga di Ca' Roman e quella di Sottomarina- fino ai primi venti metri a sud di quest'ultima, per un totale di 1196 metri proibiti. Inoltre, l'ordinanza del sindaco si estende alla foce del Brenta, per 961 metri tra i limiti 71 e 72 che lambiscono la spiaggia di Isolaverde; infine, per 426 metri tra il limite 76 e il centro della foce dell'Adige, che segna il confine con il Comune di Rosolina. I divieti saranno opportunamente segnalati, i trasgressori verranno deferiti all'autorità giudiziaria. L'ordinanza è stata diramata dopo che i campioni hanno riscontrato il superamento della soglia di inquinamento dovuta agli scarichi dei fiumi: sempre più pressante la questione del rapporto con i Comuni a monte, della mancata osservanza dei criteri ecologici specie in agricoltura e zootecnia, e delle conseguenti sanzioni da applicare in sede regionale.

Attorno alle ore 15 di oggi, tuttavia, arriva una precisazione da parte del sindaco Ferro: l'ordinanza emanata ieri non è dovuta a rilievi di inquinamento, bensì a questioni di sicurezza legate da un lato al transito dei natanti in entrata e in uscita dal porto di Sottomarina, e dall'altro alle correnti fluviali che si sviluppano alle foci dei fiumi. Il primo cittadino conferma che tali aree non sono balneabili a prescindere, e che il provvedimento è stato diramato quale atto dovuto, in seguito al monitoraggio di Arpav previsto dal decreto regionale n.47 dello scorso 19 febbraio, il cui allegato A e la tabella 5 recano quali zone interdette alla balneazione per tutta la stagione turistica, appunto, le acque comprese tra la diga di Ca' Roman e quella di Sottomarina (oltre a 20 metri a sud di questa), quelle circostanti la foce del Brenta e dell'Adige fino al confine con il Comune di Rosolina.

4 commenti:

  1. Bandiera blu 2018?!

    RispondiElimina
  2. e cossa centra la bandiera blu?

    RispondiElimina
  3. Bandiera blu è anche sicurezza. Grande raccoglitore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la bandiera blu e' obsoleta. amministrazione dovrebbe puntare sulla bandiera FEE, ma questa fantascienza...

      Elimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.