giovedì 19 aprile 2018

RADICCHIO PRECOCE PRIMAVERILE DI CHIOGGIA, RACCOLTO FALCIDIATO DAL MALTEMPO: -80% RISPETTO AL 2017

Brutte notizie per il radicchio di Chioggia. Queste settimane stanno assistendo al crollo dei conferimenti della specie precoce primaverile all'ortomercato: la responsabilità è del gelo piombato sulla campagna tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo, e l'andamento climatico fortemente perturbato che anche nell'ultimo mese ha portato basse temperature, piogge e vento. Il che ha obbligato gli orticoltori a togliere le coperture protettive una decina di giorni dopo rispetto agli altri anni. Le quantità raccolte sono estremamente esigue, con una riduzione fino all'80% rispetto all'anno precedente, passando dai 10mila quintali all'asta nelle prime due settimane di mercato 2017 ai soli 2mila quintali di quest'anno.
«Ciò non è dovuto a una diminuzione degli investimenti», precisa Giuseppe Boscolo Palo, amministratore dell'Ortomercato e presidente del consorzio di tutela del Radicchio di Chioggia IGP. Purtroppo la situazione appare tragica e non vi sono segnali che possa cambiare: «Al ritardo della maturazione del prodotto si aggiunge la prospettiva di una resa produttiva per ettaro molto inferiore alla norma. C'è il fondato timore che verranno registrate perdite consistenti giorno dopo giorno, rischiando di vedere più che dimezzato il conferimento già esiguo di aprile», continua Boscolo Palo. Le preoccupazioni non finiscono qui: i trapianti di febbraio e marzo, a causa delle insistenti piogge, sono stati effettuati con piantine che avevano più dei canonici trenta giorni alla seina, e in molti casi sono state messe a dimora su terreni impregnati d'acqua.

1 commento:

  1. BUONGIORNO,
    Forse e' anche una fortuna che il conferimento sia piu' che dimezzato visto i prezzi(naturalmente i prezzi al mercato perche' al detaglio sono molto diversi!),se l'offerta fosse stata al completo con un 80% in piu' e la richiesta quella che e',a che prezzo sarebbe stato pagato?? bei tempi quando si conferiva al mercato 8/10 cassoni e veniva pagato oltre le 10.000 delle vecchie lire!!!

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.