giovedì 28 dicembre 2017

MARIAM COME SANDRINE: MORTA PER EMORRAGIA CEREBRALE L'IVORIANA CADUTA A NATALE

Mariam Traorè, la 22enne ivoriana che aveva subìto una forte emorragia alla testa il pomeriggio di Natale in una struttura ricettiva di Brondolo dove era ospitata con altre migranti, è stata dichiarata morta a livello cerebrale dopo che sono risultati vani gli ennesimi ed estremi tentativi di restituire il suo fisico all'attività normale. Non è servita quindi la grande professionalità dei medici e dei sanitari del pronto soccorso di Chioggia, che l'hanno accolta rianimandola quando praticamente è arrivata già in arresto cardiaco, né le operazioni all'ospedale all'Angelo di Mestre, dal quale la sfortunata ragazza ha fatto andirivieni in queste 72 ore: troppo il sangue perso, che ha compromesso i valori dell'emoglobina a uno stato largamente inferiore alla quota minima vitale. Dai rilievi, è emerso che la giovane era anemica e già nei giorni prima di accasciarsi a terra aveva accusato malessere al capo: poi a Natale Mariam ha perso i sensi, è caduta e ha battuto la testa. Triste analogia, proprio a fine anno, con un altra tragedia accaduta il 2 gennaio scorso nella ex base militare di Conetta, dove un'altra ivoriana, Sandrine Bakayoko, era deceduta in circostanze relativamente simili.

Nessun commento:

Posta un commento

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.