martedì 5 dicembre 2017

RIVISTA CHIOGGIA: IL PROFESSOR CINZIO GIBIN CONFERMATO DIRETTORE FINO AL 2019

Il professor Cinzio Gibin è stato confermato direttore della rivista semestrale “Chioggia” di studi e ricerche anche per i prossimi quattro numeri, ovvero quelli del biennio 2018-2019. Il prosieguo dell'incarico è arrivato con una determina del 24 novembre, firmata dalla dirigente del settore Cultura, Marialisa Freguggia. Gibin, 64 anni, professionista esterno all'amministrazione, è docente di lettere e pubblicista impegnato da oltre un trentennio nel panorama culturale cittadino: ideatore di progetti culturali e collane editoriali, divulgatore della storia della scienza, promotore di iniziative in collaborazione con la Biblioteca Civica Sabbadino e di scambi con gli atenei del Veneto e di altre regioni, profondo conoscitore dei naturalisti chioggiotti e curatore -tra l'altro- delle opere del Chiereghin e dell'Olivi, autore inoltre di numerose pubblicazioni e saggi.
La rivista “Chioggia” è uno strumento culturale del Comune nell'ambito dell'editoria regionale, e persegue costantemente l'obiettivo di diffondere la conoscenza della città e del suo territorio. Il primo numero risale al 1988, il più recente numero 50 (in libreria dallo scorso maggio) fra gli altri argomenti si occupa dell'immagine data di Chioggia negli articoli ultracentenari del Corriere della Sera, e degli anniversari di Zarlino, Giuseppe Veronese e Dondi dall'Orologio. Di recente la rivista è stata presentata anche a Padova, in occasione di uno scambio fra le due realtà.

Nessun commento:

Posta un commento

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.