giovedì 18 gennaio 2018

BABY MOSE: UN TUBO DELL'OLIO HA BLOCCATO MARTEDÌ LA DISCESA DELLA PARATOIA DI VIGO

Piccolo incidente di percorso, martedì mattina, per il Baby Mose sul canal Vena. La paratoia piazzata al ponte di Vigo (in ferro di 20 metri per 10), una volta espletato il proprio compito in via preventiva rispetto al gonfiarsi della marea per il vento di bora, non è più rientrata per intero dentro il cassone che la contiene, ma si è fermata a mezz'aria. La causa del guasto è da riscontrarsi non nel deposito di detriti alla base, bensì nella rottura di un tubo entro cui affluisce l'olio che regola il funzionamento della preziosa opera, che da sette anni preserva il centro storico dall'acqua alta, con grande soddisfazione dei residenti e delle attività. Dal principio c'è stato solo un problema, qualche anno fa, con un sensore che poi è stato sbloccato. Il Baby Mose entra in funzione automaticamente con le due paratoie di Vigo e della Torre, quando c'è un allarme per l'alta marea inferiore comunque a 130 centimetri sul livello medio mare: si può dire che salvo casi eccezionali l'acqua alta in piazza e per le rive, a Chioggia, è solo un brutto ricordo.

Nessun commento:

Posta un commento

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.