lunedì 15 gennaio 2018

IL SOLE DI GENNAIO PORTA A SOTTOMARINA LE PRIME CODE DI TURISTI PENDOLARI

Ieri era solo il 14 gennaio, e già per le strade di accesso e in uscita da Chioggia si sono formate code di discreta lunghezza, coi primi turisti pendolari dell'anno. La bella giornata di sole ha invogliato numerose persone a gremire la diga di Sottomarina, la battigia per un po' di aria e di iodio, i ristoranti del litorale e del centro storico sempre pieni di buon pesce fresco dell'Adriatico e della laguna. Un segnale positivo che racconta dell'appeal che stagione dopo stagione non cessa anzi aumenta, e che andrebbe meglio valorizzato in tutte le sedi. Purtroppo, anche l'ennesima conferma che questa Romea non basta più a contenere e a convogliare senza fatica l'intero traffico veicolare privato dei tanti che dalle province venete sceglieranno ogni weekend la trasferta da queste parti.

1 commento:

  1. Scusate, ma la nuova uscita da sottomarina alias strada degli orti, quella nuova che doveva essere costruita in fianco al bar jamiro e che dovrebbe sbucare in zona brondolo per poi collegarsi alla romea attraverso il nuovo cavalcavia "clodi'" che fine ha fatto?? alcuni mesi fa sembrava dovessero iniziare i lavori idem per il cavalcavia, ma poi cosa è successo perché non va avanti nessuno dei lavori tanto proclamati e addirittura in alcuni casi già finanziati??da questa giunta si son visti solo parole e proclami ma fatti pochi!

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.