domenica 14 gennaio 2018

MILLE FIRME PER IL PARCO DESTINATO AI CANI. LAURA DORIA ESTENDE LA BATTAGLIA ALLE LORO DEIEZIONI

È risultata piuttosto fruttuosa la raccolta di firme lanciata da Laura Doria per realizzare un parco pubblico destinato allo svago dei cani. Più di mille le firme raccolte, il che testimonia dell'interesse dei proprietari degli animali per questa potenzialità. Mercoledì 17 gennaio la Doria incontrerà, assieme ad altre sostenitrici della battaglia, il vicesindaco Marco Veronese per discutere il progetto e allargare il tema alle deiezioni canine che in gran numero ancora infestano la città. «Analizzando i commenti nei network -dice Laura Doria- e dai numerosi contatti avuti con i cittadini nell’attività di raccolta firme, non posso fare a meno di notare il malumore generale in ragione alle lamentele al riguardo la presenza di molte deiezioni di animali in aree pubbliche. Sembra infatti una pratica tristemente diffusa da parte dei detentori e accompagnatori di cani, non raccogliere le deiezioni lasciate dai loro fedeli amici. Pertanto, in ragione alla possibilità di realizzare un parco per cani dove necessariamente serve un dogtoilet, perché non pensare di sperimentare magari una zona di città maggiormente sensibile al problema, con l’installazione di un numero adeguato di dogtoilet? Potrebbe essere un primo passo avanti a favore di una maggiore sensibilizzazione al problema verso i detentori di animali, e congiunto magari a un maggior controllo da parte degli organi preposti con l’applicazione delle relative sanzioni (cento euro come previsto dall’ordinanza n.196/2003), forse potrebbe diminuire tale malcostume». Anche il maggior utilizzo del dispositivo di lettura di microchip ISO compatibile, che la Polizia Locale dovrebbe avere in dotazione come previsto dall’ordinanza ministeriale del 6 agosto 2008, apporterebbe benefici nell’applicazione delle sanzioni, nella prevenzione del randagismo e nella diminuzione di un altro malcostume, ovvero lasciare libero e incustodito il proprio cane appositamente affinché vada a espletare i bisogni lontano dalla propria abitazione. Anche il comando di Polizia Locale sarà interessato dall'iniziativa, mediante una comunicazione che verrà protocollata domani. «Capisco benissimo -conclude Doria- che tutto ciò cozza con la conosciuta situazione di sotto organico, ma credo che comunque non possa impedire la possibilità di segnalare i problemi, soprattutto quando riguardano la sicurezza e l’igiene pubblica».

8 commenti:

  1. Chiedo: perchè la signora Doria, vuole appioppare alla comunità i costi della pulizia degli escrementi canili ?
    A molti potrebbero anche non interessare i cani.
    Ognuno ha i suoi diritti: tra questi, anche quello di non essere amanti o vincolati dagli animali.
    Ed allora, nel rispetto di tutti, va bene che le sia assegnato un giardino pubblico destinato ai cani, ma che Laura l' eroina de Ciosa, abbia almeno il dovere di non far pesare ai cittadini liberi di non pagare le spese necessarie per raccogliere e smaltire le cacche dei cani suoi o altrui.

    Ma forse, la signora Doria, all'insegna di un concetto di civiltà del tutto personale ed opinabile, si sta facendo grande pubblicità per malattia di protagonismo o per miti pseudo politici .

    RispondiElimina
  2. Cani lasciati liberi alle 6/7 del mattino a Sottomarina.
    Chioggia piena di escrementi in Corso e anche sotto i portici.
    I proprietari di queste bestiole dovrebbero vergognarsi.

    RispondiElimina
  3. Vota Laura, Vota laura, Vota Laura.

    RispondiElimina
  4. Trovo poco gentile tutto questo accanimento verso la signora Doria, a prescindere che si possano condividere o meno le sue iniziative non mi sembra che sia animata da propositi "politici" posto che se anche lo fosse non capisco che cosa ci sarebbe di male. Io penso che chiunque si dia da fare a prescindere dalle sue motivazioni, che nel caso di Laura mi sembrano in assoluta buonafede, è sempre e cmq un bene alla comunità. Non mi sembra faccia del male a nessuno sperso che certe cattiveria nei suoi confronti non siano mosse da semplice incomprensibile invidia.

    RispondiElimina
  5. Mi dispiace Caro Andrea doverti dare torto,
    Condivido perfettamente il primo commento almeno per la parte conclusiva, a mio avviso alla sig. Doria interessa soltanto sfruttare l’argomento di interesse attuale per riabilitarsi dopo l’allontanamento dalla lega.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perdonami, non è che mi puoi dare torto, al massimo potrai dire che non sei d'accordo. "Riabilitarsi"? Guarda che essere espulsi dalla Lega non è mica che sia una condanna penale, la Lega ha espulso anche l'ex sindaco di Treviso Gentilini.. cmq io non entro nel merito se le proposte che porta la Laura Doria sono condivisibili o meno, non posso non notare una sorta di "antipatia" - diciamo così - quanto meno esagerata.

      Elimina
  6. Caso mai é la signora doria che si acanisce per far ricadere sui citadini le conseguenze dei cani e del mantenimento di un parco per gli animali. si puó non esere interesati ai cani? E perché mi devo sobarcare la loro presenza e le spese per mantenerli puliti? le piacipno i cani? Che si facia carico dele spese, se li ama tanto

    RispondiElimina
  7. Sono Laura Doria. Non è mia consuetudine commentare o rispondere, magari per le rime a chi se lo meriterebbe, a chi continuamente mi attacca in fb con l'intento di denigrare il mio impegno nel sociale, ma questa volta una cosa la voglio dire. Voglio dire a quelle persone che ripetono all'ossessione "...ma piuttosto di un parco per cani, che pensi prima ad altre cose più importanti da risolvere, ad esempio sui disabili, sulla viabilità, etc etc". Ma dico io, è logico che ci sono cose più importanti, ma cosa mi volete dire, che prima devo risolvere la pace del mondo?. Se qualcuno ha delle tematiche che gli stanno a cuore, il tempo che dedica a commentare in fb seduto sul divano, lo dedichi meglio impegnandosi in prima persona come sto facendo io, vedrà che sicuramente sarà più faticoso ma, a parte qualche persona "cattiva e/o invidiosa", troverà molte persone generose che saranno disposte ad aiutare, ognuno con le proprie possibilità. È se poi arriva qualche risultato, assicuro che si percepisce una bella sensazione. Il futuro bisogna cercare di crearlo e non subirlo.

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.