giovedì 25 gennaio 2018

DOPO LA DENUNCIA DI CHIOGGIA AZZURRA LA MOTOVEDETTA DEI CARABINIERI RIMUOVE I SACCHI DI RIFIUTI DAL PONTE TRANSLAGUNARE

Sono avvenute questa mattina le solerti operazioni di disinquinamento sul ponte translagunare ad opera della motovedetta dei Carabinieri di Chioggia, specializzata nella repressione dei reati ambientali. Nel giro di 24 ore dalla denuncia presentata da Chioggia Azzurra, i militari hanno rimosso i sacchi neri delle immondizie rilasciati vergognosamente da un ristoratore forestiero, per consegnarli all'ecocentro di Veritas in via Maestri del Lavoro, dove saranno operate le verifiche del caso. Ieri stesso i Carabinieri si erano recati negli uffici dell'azienda multiutility in cerca dell'opportuna documentazione, dopo che gli ispettori ambientali avevano svolto il loro compito; la competenza specifica è comunque in capo ad Anas che in queste ore sta ripulendo gli argini e i ponti translagunari. La questione non sarà conclusa finché non sarà identificato il nome dell'inquinatore, che come al solito verrà comunicato ai lettori e agli spettatori, assieme alle contravvenzioni comminate per lo smaltimento, il danno ambientale e quello d'immagine recato alla città.

Nessun commento:

Posta un commento

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.